Svezia: tre sorelle segregate in casa da 10 anni dalla madre

La donna è stata arrestata dalla polizia svedese mentre tentava la fuga

Tre sorelle sono state segregate in casa per più di 10 anni dalla madre. Siamo a Bromolla, piccolo centro della Svezia meridionale (8.000 abitanti circa) dove la polizia mercoledì ha arrestato la donna. Le tre ragazze oggi sono adulte, hanno 23, 24 e 32 anni.

“Ci è arrivata una telefonata anonima che diceva che in quell’appartamento erano segregate 3 donne da oltre 10 anni. A quel punto abbiamo deciso di intervenire”

ha detto un portavoce della polizia di Bromolla, nella contea di Scania, regione di Gotaland. Secondo un’altra versione a dare per prima l’allarme fuggendo dall’appartamento in cui era rinchiusa è stata una delle tre sorelle che ha poi chiesto aiuto ai vicini.

In ogni caso poco dopo gli agenti della polizia hanno fatto irruzione in casa sfondando la porta blindata. All’interno dell’abitazione hanno trovato le tre ragazze segregate. La madre delle vittime, di 59 anni, è stata arrestata mentre cercava di fuggire.

La donna secondo le prime informazioni avrebbe rinchiuso in casa le figlie per evitare che vedessero il padre, per motivi tutti da chiarire. Le tre sorelle dormivano su materassi gonfiabili dentro un bilocale da 65 metri quadrati (nella foto in basso la piantina pubblicata da Thelocal.Se) senza avere nemmeno una televisione.

E un presunto papà si è fatto subito vivo:

“E’ da 17 anni che cerco invano le mie tre figlie”

Secondo quanto detto dall’avvocato dell’arrestata al giornale Sydsvenskan:

“Lei non ha in alcun modo limitato la libertà dei figli”

Gli accertamenti proseguono. Secondo gli investigatori negli ultimi 10 anni la donna con le tre figlie avrebbe cambiato diverse case, tenendo sempre rinchiuse le ragazze; l’ultimo appartamento a Bromolla sarebbe stato preso in affitto solo due anni fa.

mamma segrega figlie svezia