India: bimba di 7 anni rapita, stuprata e sgozzata

È accaduto domenica nel Kumar Resort di Lonavala. Il cadavere della piccola era nascosto in un tappeto arrotolato.

Orrore in India dove un bimba di 7 anni è stata rapita, stuprata e infine uccisa nello Stato di Maharashtra. Tutto è avvenuto domenica, la bambina stava partecipando ai festeggiamenti per il matrimonio di un parente secondo quanto ricostruito dalla emittente indiana Ndtv.

La piccola, che soffriva di disturbi alla vista, aveva pregato il padre di portarla con lui nel Kumar Resort di Lonavala dove si teneva appunto la festa di nozze di una sua cugina.

Il sequestro della bimba è avvenuto nel pomeriggio: si è allontanata dal padre per prendere del cibo senza fare più ritorno. Il genitore non si è preoccupato al momento, vista la presenza di molti parenti al ricevimento, e si è accorto dell’assenza della figlia solo in serata. A quel punto ne è stata denunciata la scomparsa alla polizia che ha avviato le indagini.

Dopo quasi due giorni di ricerche a andate a vuoto martedì pomeriggio è stato un dipendente del Resort addetto alla pulizia delle vasche collegate a pannelli solari, a notare un tappeto arrotolato all’interno del quale c’era il cadavere seminudo della piccola, sgozzata con un’arma da taglio, come sarà poi confermato dall’autopsia.

La polizia sta dando la caccia al colpevole o ai colpevoli di questa nuova terribile storia di violenza sessuale in India. Dopo la scoperta del barbaro delitto una folla di persone tra cui militanti politici locali ha assaltato il resort facendo parecchi danni, il proprietario del villaggio turistico è stato un parlamentare dello Stato di Maharashtra.