Napoli, 13 arresti tra gli scissionisti di Scampia

Gli arrestati sono appartenenti al clan “Abete-Abbinate-Notturno”; sequestrati anche fucili mitragliatori.

di andreas

09.27 – I carabinieri della compagnia di Poggioreale, dopo un rocambolesco inseguimento, hanno catturato a Napoli il ricercato Salvatore De Micco, 29 anni, ritenuto il reggente dell’omonimo clan camorristico attivo nell’area Est di Napoli. L’uomo era destinatario di vari provvedimenti restrittivi emessi per omicidio, associazione di tipo mafioso, droga e rapina.

Fratello del boss Marco De Micco, detto “Bodo”, il clan De Micco si era imposto sulla scena criminale della periferia est (Ponticelli e Cercola), approfittando del vuoto di potere degli storici clan della zona. Per gli inquirenti Salvatore De Micco era ai vertici del gruppo nato da una costola del clan Cuccaro di Barra.
I De Micco  avevano conquistato una propria autonomia e una identità camorristica emergendo, anche in seguito allo scontro con i D’Amico, dal magma di bande criminali che, con la fine della dinastia del clan Sarno, si facevano la guerra per la gestione del malaffare.

Colpito pesantemente il clan degli scissionisti di Scampa e Secondigliano: la polizia sta eseguendo 13 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di capi e affiliati del clan Abete-Abbinante-Notturno.

Le indagini, guidata dalla direzione distrettuale antimafia di Napoli, hanno messo in evidenza quale fosse il business gestito dal clan scissionista nei due quartieri del napoletano, in particolare facendo riferimento alle piazze dello spaccio da loro controllate. Durante l’operazione, la polizia ha anche ritrovato e sequestrato dei fucili mitragliatori.

Chi sono gli scissionisti di Secondigliano

Gli scissionisti di Secondigliano (detti anche spagnoli a causa della fuga in Spagna di uno dei futuri capi del cartello durante i mesi che precedettero la faida di Scampia) sono un cartello camorristico legato al territorio napoletano capeggiato da Raffaele Amato e che, separatisi nel 2004 dal clan Di Lauro (da qui il nome “scissionisti”), hanno iniziato un’attività camorristica parallela nell’ambito della criminalità organizzata.

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →