Bonate Sopra (Bergamo): accoltella la moglie, ferisce i figli e fugge

Il figlio minore della coppia ha provato a difendere la mamma ma il padre gli ha rotto un braccio.

Ha accoltellato la moglie e ferito i figli, poi ha aperto la porta di casa ed è fuggito facendo perdere le sue tracce ma prima ha anche rapinato una parrucchiera.

È accaduto ieri all’ora di pranzo nel bergamasco dove le forze dell’ordine stanno cercando Massimo Strazzulloo, 42 anni, residente con la famiglia a Bonate Sopra. L’uomo secondo quanto ricostruito dagli investigatori al culmine di una violenta lite con la moglie ha preso in mano un coltello con cui ha colpito la donna all’addome e a una gamba.

Alla vista di quella scena il figlio minore della coppia ha provato a mettersi a difesa della madre ma il padre gli avrebbe spezzato un braccio. Intanto la donna stava perdendo molto sangue così i ragazzi hanno preso il telefono e fatto il numero del 118.

In quel frangente Strazzullo avrebbe tentato di aggredire ancora sua moglie, la figlia maggiore dei coniugi sì è messa in mezzo per bloccare l’uomo e lui per tutta risposta leha dato una ginocchiata in faccia.

All’arrivo del personale sanitario, Strazzullo ha offeso e ingiuriato anche i medici e gli infermieri. Quando la moglie e i figli sono saliti sull’ambulanza per andare in ospedale l’uomo ha preso l’auto per andare sul suo posto di lavoro, dove è rimasto appena il tempo di andare in bagno per pulirsi il sangue che aveva addosso.

Strazzullo, secondo quanto riporta l’Agi, nell’uscire dalla ditta avrebbe incrociato il titolare dell’azienda a cui avrebbe detto: “Ci vediamo tra 20 anni”. Poi il 42enne si è recato da una parrucchiera di Brembate Sopra e si è fatto consegnare 300 euro sotto la minaccia di un coltello. Ora è caccia all’uomo in tutta la provincia di Bergamo.

accoltella moglie a Bonate