Senzatetto bruciato vivo a Rimini: prognosi ancora riservata

Ha un nome, Andrea Severi: è in prognosi riservata – non in pericolo di vita, ma con ustioni di secondo e terzo grado sul 50% del corpo – all’Ospedale di Padova, dove è attualmente ricoverato. Per ora i medici hanno sconsigliato agli inquirenti di continuare i tentativi di interrogatorio al senzatetto di Rimini, gravemente ustionato


Ha un nome, Andrea Severi: è in prognosi riservata – non in pericolo di vita, ma con ustioni di secondo e terzo grado sul 50% del corpo – all’Ospedale di Padova, dove è attualmente ricoverato.

Per ora i medici hanno sconsigliato agli inquirenti di continuare i tentativi di interrogatorio al senzatetto di Rimini, gravemente ustionato in seguito alla bravata di un gruppo di delinquenti – tre persone, secondo un testimone oculare – che l’hanno cosparso di benzina per poi dargli fuoco.

Rimangono aperte tutte le piste: sia una spedizione punitiva, sia il gesto di uno o più delinquenti. E si parla di Andrea Severi come un uomo molto riservato che aveva sempre rifiutato qualunque aiuto.

Foto | Flickr

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →