Roma: famiglia in balia dei ladri a Ottavia, ferito 49 enne

Cinque persone hanno fatto irruzione in una villetta alla periferia di Roma, picchiando il proprietario e prendendo in ostaggio moglie e figlia. Poi hanno portato via soldi, gioielli e orologi.

Tre persone in balia dei ladri per più di un’ora la notte tra domenica e lunedì a Ottavia, Roma. Cinque persone, incappucciate e armate di pistole e coltelli, hanno fatto irruzione in una villetta prendendo in ostaggio il proprietario, la moglie e la figlia d 18 anni. I banditi hanno anche sparato due colpi di pistola e hanno picchiato a sangue il proprietario.

Notte infernale, insomma, in via Esperia Sperani. Il 49 enne Fabrizio Fiaoni, di professione ristoratore e che gestisce “La locanda del Gatto Nero”, in via Palmarola, locale frequentato da attori e vip, è stato pestato senza pietà dai ladri che cercavano la cassaforte. Tutto è cominciato alle 2.30 di notte: il padrone di casa torna nella sua abitazione con i soldi dell’incasso. Appena entrato con l’auto nel villino, azionando il cancello elettronico, ha preso il cane e lo ha portato fuori.

A quel punto, è scattato l’agguato. I rapinatori hanno rapito il capo famiglia riportandolo all’interno, hanno svegliato la moglie e la figlia. Hanno cominciato a percuotere al capo Fiaoni, prendendo a calci il cagnolino. Non contenti, i cinque della banda hanno sparato due colpi di pistola, molto vicino alla figlia. Un proiettile si è conficcato nel divano.

A quanto pare, i malviventi avevano accento straniero. Se ne sono andati con soldi, orologi e gioielli. Più l’incasso di tre giorni della Locanda del Gatto Nero. Sulla vicenda, indagano gli agenti del commissariato Primavalle. E’ in corso una vera e propria caccia all’uomo, nel tentativo di riprendere quella che è stata soprannominata “la banda delle villette”.