Roma: rapine in banca con una dipendente infedele. Banda del buco sgominata

Gli arrestati sarebbero gli autori di una serie di colpi in cui sono state usate anche armi da fuoco. Rapina da centinaia di migliaia di euro a Natale.

Sono 8 i presunti rapinatori finiti in manette a Roma con l’accusa di far parte di un banda che svuotava caveau e casse delle banche. Tra gli arrestati c’è anche la dipendente di una delle banche rapinate.

La banda del buco sgominata con gli arresti odierni è stata individuata grazie alle indagini della Squadra Mobile capitolina che durante il blitz di oggi ha eseguito diverse perquisizioni domiciliari.

I sospetti autori di tutta una serie di rapine aggravate in cui sono state usate anche armi da fuoco avrebbero “alleggerito” gli istituti di credito del quartiere Balduina e nelle vicinanze del Vaticano.

Durante le feste di Natale i componenti della banda avrebbero compiuto una rapina travestiti da Babbo Natale introducendosi dentro una banca grazie alle preziose, è il caso di dirlo, informazioni di una complice, dipendente infedele dell’istituto, mettendo a segno una rapina da centinaia di migliaia di euro con un grosso quantitativo d’oro portato via e che era custodito in una cassetta di sicurezza del caveau della banca.

La polizia ha anche documentato che il gruppo ha eseguito una tentata rapina in banca tramite la tecnica del “buco” facendo cioè un foro nel muro di un palazzo vicino all’istituto nei pressi di San Pietro.

Dopo 4 mesi di indagini e pedinamenti, seguendo i sopralluoghi effettuati di giorno e di notte dai membri della banda, gli agenti della la Squadra Mobile hanno chiuso il cerchio notificando questa mattina ordinanze di custodia cautelare.

rapina banda buco roma