Palermo, si è costituito l’assassione di Aldo Naro: è un minorenne del quartiere Zen

Si è consegnato l’assassino di Aldo Naro, giovane palermitano morto dopo una rissa nella discoteca Goa


17 febbraio 2015 – Ieri pomeriggio secondo alcune fonti giornalistiche i Carabinieri erano riusciti ad arrestare il responsabile della morte di Aldo Naro. In realtà i militari dell’Arma erano solo riusciti ad individuare il colpevole, ma quando si erano recati nella sua abitazione per effettuare una perquisizione hanno dovuto constatare la sua irreperibilità.

La fuga è comunque durata appena un giorno perché il responsabile dell’omicidio, spinto dal pentimento o forse perché braccato, si è costituito questa mattina al carcere minorile Malaspina di Palermo. Si tratta di un 17enne del quartiere Zen, ascoltato poco dopo dal magistrato della Procura Minorile e dai Carabinieri che stavano cercando di arrestarlo dal pomeriggio di ieri.

Sono venuto a consegnarmi. Sono io quello che cercate“. Sono state queste le parole pronunziate dal minorenne, di cui ancora non si conosce il nome, nel momento in cui si è consegnato ponendo fine alla sua fuga. Una conclusione tragica di una vicenda altrettanto tragica, innescata da futili motivi. Pare infatti che la rissa sia scoppiata per il furto di un cappello da cowboy da parte di uno dei ragazzi che accompagnavano il responsabile della morte del medico 25enne.

Palermo, omicidio Naro: l’assassino è dello Zen

19:20 – Secondo LivePalermo sarebbe stato arrestato l’assassino di Aldo Naro. Gli inquirenti lo avrebbero individuato attraverso gli interrogatori che stanno tenendo da stamattina con i ragazzi dello Zen. La notizia, tuttavia, non è ancora ufficialmente confermata.

16 febbraio 2015 – Potrebbero essere vicine ad una svolta le indagini dei Carabinieri che da due giorni stanno provando a ricostruire le vicende che hanno portato alla morte di un giovane in una discoteca di Palermo. Secondo il Giornale di Sicilia un uomo, un ragazzo, sarebbe stato interrogato questa mattina presso caserma di piazza Verdi. La svolta giunge dopo che le forze armate hanno visionato i filmati delle telecamere di sicurezza del Goa e dopo aver ascoltato il racconto di decine di testimoni.

Intanto si è conclusa l’autopsia sul corpo del povero Aldo Naro, secondo i primi risultati il ragazzo è morto a causa di un’emorragia cerebrale, la causa potrebbe essere un calcio alla nuca. Il corpo del ragazzo, figlio di un colonnello dei Carabinieri, è stato restituito alla famiglia per lo svolgimento dei funerali.

Palermo, rissa in discoteca: morto un 25enne

Un ragazzo di 25 anni, Aldo Naro, è deceduto questa notte all’ospedale Villa Sofia di Palermo poco dopo esser stato trasportato in codice rosso in seguito a un violento pestaggio subito davanti alla discoteca Goa.

La rissa è scoppiata intorno alle 4 di questa mattina all’esterno del locale di via Lanza di Scalea per motivi ancora da chiarire. Il giovane, originario di Caltanissetta e da poco laureato in Medicina, è stato colpito a calci e pugni e lasciato esanime a terra.

Non è chiaro, al momento, se si sia tratta di una rissa tra la vittima e un’altra persona o se di una violenta scazzottata tra un gruppetto di persone. Oscuro anche il movente della rissa, ma gli inquirenti sono già al lavoro per fare luce sull’episodio.

Quello che è certo è che il 25enne è rimasto a terra e ogni tentativo dei sanitari del 118 di rianimarlo si sono rivelati vani. Il giovane è stato trasportato in fin di vita in ospedale e lì è deceduto poco dopo.

Del caso si stanno occupando i carabinieri di Palermo.