Bergamo: uomo ucciso, arrestato il figlio

Omicidio questa mattina a Villa d’Adda, in provincia di Bergamo. Un uomo sarebbe stato ucciso dal figlio, sotto interrogatorio.

Avrebbe lanciato il padre dalla finestra dell’appartamento, uccidendolo. Con questa accusa, questa mattina, è stato arrestato il figlio della vittima. L’episodio è avvenuto a Villa d’Adda, in provincia di Bergamo. Al momento, sono ignoti i motivi del gesto. A intervenire sono stati i carabinieri e gli agenti della polizia. Attualmente, l’uomo accusato dell’omicidio è sotto interrogatorio da parte del pubblico ministero.

Secondo l’Eco di Bergamo, la vittima presenterebbe anche ferite d’arma da taglio: non si esclude dunque che sia stato accoltellato e poi gettato di sotto. Sul luogo dell’accaduto – in via Casargo 17 – oltre ai militari dell’Arma e alla Squadra Mobile, è arrivato anche il sostituto procuratore Fabio Pelosi per un sopralluogo che dovrà chiarire l’esatta dinamica dell’episodio.

L’allarme è stato lanciato questa mattina intorno alle 10. La villetta di via Casargo 17 è disposta su due piani. Quello che pare certo è che si tratterebbe di una tragedia familiare. Prima di procedere con il fermo, il figlio della vittima è stato brevemente sentito. Poi è stato portato in caserma, dove sta proseguendo in questi minuti l’interrogatorio.

Gli investigatori mantengono al momento il massimo riserbo sullo svolgimento delle indagini.