Davide Franceschini potrebbe essere innocente: forse non c’è stato alcuno stupro

Intanto che a Roma Ionut Iean Alexandru e Oltean Gavrila sono stati arrestati per lo stupro di San Valentino al parco della Caffarella (sono stati riconosciuti e “incastrati” dal Dna) e Karol Racz è stato scarcerato torniamo a occuparci della vicenda dello stupro di Capodanno. Davide Franceschini, il ventiduenne accusato dello stupro di una ragazza

Intanto che a Roma Ionut Iean Alexandru e Oltean Gavrila sono stati arrestati per lo stupro di San Valentino al parco della Caffarella (sono stati riconosciuti e "incastrati" dal Dna) e Karol Racz è stato scarcerato torniamo a occuparci della vicenda dello stupro di Capodanno.

Davide Franceschini, il ventiduenne accusato dello stupro di una ragazza durante un veglione di Capodanno alla Fiera di Roma, è stato infatti scarcerato. Il gip infatti crede ha creduto più alla sua versione che a quella vittima (la storia raccontata dalla ragazza sarebbe contraddittoria, il test del Dna sulla maglietta che indossava la vittima non sarebbe quello del giovane  e sui tamponi che sono stati eseguiti sulla ragazza non è stata rinvenuta nessuna traccia di liquido seminale).

Forse lo stupro insomma non c'è stato e tra i due ragazzi ci sarebbe stato un rapporto consensuale degenerato a causa dell'abuso di alcool e droghe. D'altronde le lesioni riscontrate sul corpo della ragazza lo testimoniano.

Ma anche qui Franceschini aveva ammesso le sue responsabilità, confessando di aver agito sotto l'effetto di droga e alcol.

Concorso di colpa in parole povere.

Il suo avvocato invita a

"non considerarlo il mostro che ha violentato una ragazza a Capodanno"

L'articolo del Giornale di Filippo Facci apparso questa mattina offre una "personale" ricostruzione di quanto avvenuto

"Lui era di Fiumicino ed era già fattissimo, perché si usa così. Lei invece aveva 25 anni ed era di Genzano, zona Castelli, pure lei fattissima: i suoi amici non avranno difficoltà ad ammetterlo. Ma non c’è bisogno di raccontare proprio tutto, tantomeno il nome di lei o altri fatti perfettamente suoi: c'è da dire però il necessario affinché questa brutta storia prosegua"

Ovvero

"lei alle 4 e mezzo era ubriaca persa e ballava in mezzo a un gruppetto di ebeti che le si strusciava addosso, le tirava su i vestiti: tanto che un amico dovette intervenire per difenderla; e sarebbero fatti suoi, nondimeno, che lei in un momento imprecisato abbia anche avuto un rapporto sessuale con qualcuno che non fu, però, Davide Franceschini, ossia il ragazzo accusato d'averla stuprata: l'ennesima prova del Dna infatti non lascerà dubbi, quelle tracce sessuali appartengono ad altri"

Purtroppo in tutta questa storia c'è una fitta nube di alcool e droga, che in una situazione già delicata come uno stupro (o a questo punto, presunto tale) rendono le cose ancora più complicate. Facci racconta che

"successe questo: in bagno c'erano andati solo per una rapida fellatio da ascriversi al delirio di quella notte, ma lui, strafatto, non funzionava. Prese l'iniziativa, usò una mano, e qui è difficile entrare nell'ottica convulsa e alterata di chi è sovralimentato dalla cocaina: sta di fatto che a un certo punto lei gli disse che non era buono manco con la mano, e cominciò a sfotterlo, sinché lui perse la testa e ogni confine fu superato ufficialmente, droga o non droga. Lui le fece violenza, sempre con la mano, le diede anche due pugni in volto"

Insomma, tirando le somme. Come anche dice l'avvocato di Franceschini "stupro" nel senso del termine non c'è stato, ma c'è stata comunque una violenza.

Purtroppo i titoli dei giornali a tre mesi di distanza dal fatto non si possono correggere.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia