Elezioni amministrative 2016: Tar boccia il ricorso di Fassina. L’ultima parola al Consiglio di Stato

Il Tar boccia il ricorso inerente alle irregolarità riscontrate nella presentazione delle liste che appoggiano Fassina

Il Tar del Lazio ha confermato l’esclusione della lista Sinistra per Roma Fassina Sindaco dalle elezioni amministrative 2016. La sentenza, dunque, ha rigettato il ricorso.

Stefano Fassina è pronto ad un nuovo ricorso al Consiglio di Stato, che deciderà in ultima istanza sugli errori di compilazione nelle liste che appoggiano l’ex viceministro dell’Economia al Campidoglio.

Intanto, oggi, il ministro degli Interni Angelino Alfano, a margine del convegno “Milano città sicura”, ha detto ai giornalisti che non ci saranno decreti per sanare le situazioni di irregolarità formali di alcune liste escluse dalle comunali. Il titolare del Viminale ha dichiarato:

“Non ci sono precedenti di interventi di sanatoria per procedimenti elettorali, procedimenti che sono rigidi”

Nel caso in cui Fassina non riuscisse ad avere la meglio, Roberto Giachetti proverà a far convergere i suoi voti sulla sua candidatura. Come riportato dall’Ansa, l’esponente del Pd ha dichiarato il 9 maggio scorso:

“Per quanto riguarda l’esclusione di Fassina intanto c’è un ricorso, e quindi non esiste l’esclusione ma una decisione che è stata assunta. Ora c’è un ricorso, deve decidere il Tar e vedremo che cosa accade […] Da quando ho iniziato con le primarie non ho mai smesso di parlare anche al popolo di Sinistra Italiana con toni umili perché so che la storia del centrosinistra in questa città è una storia vincente e che ha fatto del bene a Roma. Per quanto mi riguarda non cambia niente, ho iniziato a parlare al popolo di Sinistra Italiana e ho continuato a farlo anche quando ho ricevuto qualche insulto. Continuo a farlo anche oggi”

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia

Ultime notizie su Elezioni comunali

Tutto su Elezioni comunali →