I servizi segreti non uccisero Diana. Forse

Con quella che somiglia molto a una excusatio non petita vista la rarità di un intervento del genere, l’ex capo dei servizi segreti britannici, Sir Richard Dearlove ha fatto un intervento davanti alla commissione d’inchiesta sulla morte di Lady Diana nel tragico incidente d’auto occorso nell’agosto 1997. Ritiratosi dal notissimo MI-6 nel 2004, Dearlove è

di elvezio

Con quella che somiglia molto a una excusatio non petita vista la rarità di un intervento del genere, l’ex capo dei servizi segreti britannici, Sir Richard Dearlove ha fatto un intervento davanti alla commissione d’inchiesta sulla morte di Lady Diana nel tragico incidente d’auto occorso nell’agosto 1997. Ritiratosi dal notissimo MI-6 nel 2004, Dearlove è intervenuto in risposta alle accuse fatte tre giorni fa da Mohamed Al Fayed, il padre di Dodi, l’allora amante di Diana, morto anche lui nell’incidente. Si è poi allargato ancora di più affermando di non essere al corrente di nessun assassinio ordinato fra il 1996 e il 2004.

Mohamed Al Fayed, chiamato a testimoniare all’Alta Corte nell’ambito dell’inchiesta, non è stato certo tenero con la Famiglia Reale e ha mosso pesanti illazioni, asserendo che il principe Filippo e Carlo d’Inghilterra diedero ordine per far assassinare la coppia in quanto non volevano che Diana partorisse il figlio di un musulmano. Qui il video di LA7. Il proprietario dei grandi magazzini Harrods ha poi rincarato la dose definendo Filippo razzista, nazista e Frankenstein e i reali britannici “Famiglia Dracula”.

A parte il fatto che in effetti, almeno dal punto di vista estetico, qualche nosferatu e altre figure da film horror sembrano esserci nella famiglia reale, c’è da dire che l’intervento di un ex capo dei servizi segreti, del tutto inusuale, lascia comunque il tempo che trova, come d’altronde le accuse di Al Fayed. Gli amanti delle cospirazioni non saranno certo dissuasi da alcune parole dette da un vecchietto in pensione abituato a una vita di raggiri e piani segreti mentre i sostenitori della tesi dell’incidente vedranno nelle accuse di Al Fayed solo l’espressione della rabbia e del rancore provocati dal lutto. E voi, da che parte state?

Fonte: Guardian

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →