Roma: santini e gadget made in China raffiguranti Papa Francesco. Gdf sequestra 340 mila souvenir

La merce sequestrata dalla Guardia di Finanza serviva a rifornire i venditori ambulanti abusivi per il Giubileo

Ieri, 1 maggio 2016, la Guardia di Finanza ha sequestrato 340 mila souvenir nel rione di Borgo Vittorio, a Roma. C’erano molti santini e quadretti raffiguranti Papa Francesco, ma tutti senza l’opportuna certificazione. La merce requisita serviva a rifornire i venditori ambulanti abusivi, che perseguono il loro “business” in occasione del “Giubileo della Misericordia”.

I souvenir erano stipati in un fatiscente magazzino, di proprietà di tre uomini di origine cinese, che sono stati prontamente denunciati. Le indagini sono iniziate la settimana scorsa nella zona di Porta Maggiore, dove la Guardia di Finanza aveva fermato per un controllo di routine un furgone.

All’interno del magazzino c’erano numerosi scatoloni made in China. I souvenir rinvenuti, tra i quali anche calamite e portachiavi, raffigurano, a seconda dei casi, l’effige del Papa, gli stemmi di Città del Vaticano e della tiara papale.