Japan Cup 2013: ha vinto Michael Rogers, terzo Damiano Cunego

Tanti ritiri, solo in 39 hanno concluso la gara.

Michael Rogers ha vinto l’ultima gara del 2013, la Japan Cup a Utsunomiya. Una gara che prometteva spettacolo, ma che è stata fortemente rovinata dalla pioggia che ha bagnato il percorso dall’inizio alla fine.

Sulla città giapponese le condizioni meteorologiche sono state addirittura peggiori di quanto visto al Mondiale di Firenze e ora che questa stagione è finita, in vista della prossima se c’è una cosa da sperare è proprio che la pioggia sia meno frequente sulle gare ciclistiche di quanto lo è stata quest’anno.

Dalla Milano – Sanremo al Giro d’Italia fino alla gara iridata l’acqua (e in alcuni casi anche la neve) hanno ridotto purtroppo notevolmente lo spettacolo che quelle gare per percorso e nomi dei partecipanti avrebbero garantito. Anche in Giappone oggi è stato così e alle fine solo 39 corridori sono riusciti ad arrivare al traguardo, anche big come Richie Porte, Matteo Trentin e Peter Sagan, che al Mondiale era arrivato sesto, oggi si sono ritirati.

Bravissimo invece Michael Rogers, australiano del Team Saxo – Tinkoff che ha attaccato sull’ultima salita sulla Kogashi Road ed è arrivato da solo al traguardo, con 44″ di vantaggio sul gruppetto composto da Jack Bauer della Garmin – Sharp, Damiano Cunego della Lampre – Merida e Julian David Arredondo del Team Nippo – De Rosa- Nella top ten presente anche un altro italiano, Manuele Mori, compagno di Cunego che ha chiuso terzo e che in passato ha vinto due volte questa gara. Ivan Basso, invece, ha chiuso al 14° posto, a 2′ 59″ da Rogers.

Michael Rogers, che a dicembre compirà 34 anni, quest’anno è arrivato secondo nella classifica generale del Tour of California, dove ha ottenuto due quarti posti, un quinto e un ottavo, concludendo a 1′ 47″ dal vincitore Tejay Van Garderen.

Ecco i primi dieci arrivati al traguardo della Japan Cup 2013:

    1) Michael Rogers (Team Saxo Tinkoff) 4h 25′ 00″
    2) Jack Bauer (Garmin – Sharp) +44″
    3) Damiano Cunego (Lampre – Merida) +44″
    4) Julian David Arredondo Moreno (Team Nippo – De Rosa) +44″
    5) David Lopez Garcia (Sky) +50″
    6) Manuele Mori (Lampre – Merida) +58″
    7) Joseph Lloyd Dombrowski (Sky) +58″
    8) Carlos Verona Quintanilla (Omega Pharma – Quick Step) +58″
    9) Taiji Nishitani (Aisan Racing) +1′ 05″
    10) Joshua Edmondson (Sky) +1′ 33″