6 NAZIONI 2009 – Lezione di francese per l’Under 20

L’Italia U20 chiude la propria avventura nell’RBS 6 Nazioni di categoria con una pesante sconfitta interna, 10-43 a Chieti, contro una Francia talentuosa nel gioco aperto ed abile a sfruttare il metro di valutazione arbitrale e il nervosismo di Petillo e compagni nella ripresa.Con la vittoria conquistata oggi in Abruzzo, la selezione transalpina si è

L’Italia U20 chiude la propria avventura nell’RBS 6 Nazioni di categoria con una pesante sconfitta interna, 10-43 a Chieti, contro una Francia talentuosa nel gioco aperto ed abile a sfruttare il metro di valutazione arbitrale e il nervosismo di Petillo e compagni nella ripresa.
Con la vittoria conquistata oggi in Abruzzo, la selezione transalpina si è aggiudicata la vittoria finale nel 6 Nazioni U20. L’Italia, che chiude all’ultimo posto il proprio torneo, ha pagato questa sera non solo i propri errori ma anche alcune severe decisioni del direttore di gara che, nel primo tempo, hanno costretto la squadra di Romagnoli e Ghini a giocare per lunghi tratti in inferiorità numerica.

I giovani coqs, in ogni caso, hanno instradato da subito il match sui binari desiderati, mostrando competenze tecniche individuali di altissimo livello ed approfittando sin dal calcio d’inizio dei falli concessi dal XV azzurro, concretizzando le quattro penalità fischiate a loro favore da Bodilly nei primi ventidue minuti con Barraud, apertura dei blues e dello Stade Francais espoirs.
Sullo 0-12 per gli ospiti l’Italia ha comunque dimostrato di voler lottare per non perdere il contatto, sfruttando al ventitreesimo con Venditti un pallone perso dai francesi nei propri ventidue: l’ala avezzanese della Capitolina, infatti, concretizzava un pallone recuperato da Benvenuti e mosso rapidamente al largo dal mediano di mischia Gori, portando il risultato sul 5-12.
Un sussulto, perché la Francia si è da subito riproposta nella metà campo italiana creando non poche difficoltà al pacchetto di mischia italiano, punito a più riprese dall’arbitro: al ventiseiesimo il fischietto gallese sanzionava un gioco a terra del numero otto  Cicchinelli e, sei minuti più tardi, toccava al pilone Romano lasciare il campo per cartellino giallo. In tredici contro quindici gli Azzurrini tenevano cinque minuti ma al trentaseiesimo nulla potevano contro l’iniziativa personale di Barraud che attaccava la linea, trovava il buco e lanciava il centro Doumayrou che scavava un divario profondo nel punteggio: 5-19. Ancora in quattordici uomini, l’Italia accusava la velocità ed il gioco al largo della Francia e due minuti dopo un break del talentuoso estremo Camara veniva finalizzato dall’ala Fall alla bandiera. Il piede del solito, precisissimo Barraud, mandava le squadre negli spogliatoi con la Francia in vantaggio 5-26.
Nella ripresa la Francia chiudeva la pratica nei primi sei minuti, segnando prima con Doumayrou, che intercettava un pallone nei propri ventidue, poi con Tranier che approfittava di un pallone aperto rapidamente da raggruppamento dal numero nove Cazenave per andare al di là della linea italiana.
In difficoltà, e con il risultato ampiamente compromesso, Petillo e compagni non rinunciavano però alla lotta, la Francia non riusciva a dilagare nel punteggio e nel finale di gara una bella azione del primo centro Benvenuti rendeva meno amara la difficile serata degli Azzurrini, mentre i coqs – dopo la meta di Barraud allo scadere che completava la grande serata del mediano d’apertura bleu – potevano alzare al cielo il trofeo del 6 Nazioni U20.

Chieti, Stadio Angelini – venerdì 20 marzo 2009
RBS 6 Nazioni U20, V giornata

ITALIA – FRANCIA (5-26)
Italia: Benettin (1’ st. Mortali); Venditti, Majstorovic, Benvenuti, Trevisan; Iannone (14’ st. Rodwell), Gori (21’ st. Martinelli); Cicchinelli, Petillo (cap), Caffini; Cazzola F. (9’ st. Furno), Contini (21’ st. Fazzari); Romano (24’ st. Carugi), Manici, Lovotti
Francia: Camara; Fall (5’ st. Griffoul), Doumayrou, Tranier (11’ st. Bernard), Namy; Barraud, Cazenave (15’ st. Radosavljevic); Mondoulet (12’ st. Goujon), Gunther, Lapandry (cap); De Marco (15’ Taofifenua), Hezard; Slimani, Orioli (1’ st. raffault), Dubois (1’ st. Lebrequier)
Arbitro: Bodilly (Galles)
Marcatori: p.t. 3’ cp. Barraud (0-3); 6’ cp. Barraud (0-6); 20’ cp. Barraud (0-9); 22’ cp. Barraud (0-12); 23’ m. Venditti (5-12); 36’ m. Doumayrou tr. Barraud (5-19); 38’ m. Fall tr. Barraud (5-26); 2’ m. Doumayrou tr. Barraud (5-33); 6’ m. Tranier (5-38); 32’ m. Benvenuti (10-38); 37’ m. Barraud (10-43)
Note: 3000 spettatori circa, 26’ pt. giallo Cicchinelli (I); 32’ pt. giallo Romano (I); 31’ st. giallo Lapandry (F)

I Video di Blogo