Tenta di violentare una 14enne: 20enne arrestato a Palermo

Il giovane finito in manette avrebbe pedinato la ragazza dalla strada fin dentro l’ascensore di casa. Poi nella fuga ha perso il suo cellulare

Un 20enne è stato arrestato oggi a Palermo con l’accusa di aver tentato di violentare una 14enne nell’ascensore del palazzo dove la ragazza abita

Secondo una prima ricostruzione dei fatti il giovane avrebbe desistito dal tentativo di stupro perché costretto a fuggire per la pronta reazione e le urla di aiuto della vittima.

Il ragazzo l’avrebbe agguantata per le spalle trascinandola fuori della cabina dell’ascensore, ma a seguito di colluttazione la 14enne è riuscita a divincolarsi e a guadagnare l’uscio di casa.

Nel fuggire dal condominio il giovane ha però perso il suo telefono cellulare. Così ha pensato di fare la strada a ritroso per cercarlo ma sul cammino ha trovato gli agenti della polizia, intanto avvisati dalla vittima, che lo ha bloccato e tratto in arresto

Ora, I. A., incensurato residente a Palermo, dovrà rispondere dell’accusa di violenza sessuale su minore. Il giovane avrebbe pedinato la ragazza dalla strada fin dentro l’ascensore dove ha cercato di toccarla e baciarla e strapparle i pantaloni.

Le indagini della Squadra mobile proseguono per capire se l’arrestato si sia reso responsabile di altre aggressioni a sfondo sessuale avvenute in città negli ultimi tempi.