Melito: rapina alle Poste con i figli minori, arrestata (VIDEO)

La donna si sarebbe introdotta nell’ufficio postale con tre minori facendo finta di dover compiere una normale operazione allo sportello

Sarebbe complice di una rapina alle Poste di Melito (Napoli) e per farla riuscire si sarebbe portata dietro tre minori, tra cui due dei suoi figli. I carabinieri della compagnia di Giugliano (NA) hanno arrestato oggi, a due anni di distanza dai fatti, una donna.

Il colpo risale al 9 dicembre del 2012 quando tre persone con pistole in pugno e volti coperti si fecero consegnare circa 2.000 euro dai cassieri prima di fuggire.

Grazie a un’attenta analisi delle immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza presenti nell’ufficio postale e nella zona circostante gli investigatori hanno individuato la presunta responsabile.

Secondo le indagini l’arrestata si sarebbe introdotta nell’ufficio postale con tre minori facendo finta di dover compiere una normale operazione allo sportello. La donna invece aspettava solo l’arrivo dei tre complici. Un piano studiato a tavolino e che prevedeva l’innocente presenza dei minorenni.

I rapinatori armati, riuscirono infatti a entrare all’interno di quell’ufficio Postale di Melito dalla porta antipanico, porta aperta al momento giusto dal figlio più piccolo della donna che lo aveva portato apposta e istruito a quello che doveva fare, secondo i carabinieri.

Poi la fuga dei responsabili. I tre rapinatori fatti entrare con questo stratagemma non sono stati ancora identificati. Dalle seguenti indagini sono stati trovati alcuni vestiti indossati dalla donna e da uno dei minori presenti al momento della rapina. La donna arrestata è stata posta ai domiciliari con l’accusa di rapina aggravata mentre le indagini continuano per risalire agli altri tre banditi.