Roma: arriva il ‘Muro della gentilezza’. L’iniziativa nata in Iran ora potrebbe diffondersi nella Capitale

Gli studenti della scuola Marymount lanciano l’iniziativa di solidarietà. Scopriamo insieme di cosa si tratta

Chi passerà da via Cassia 1761, a partire dal prossimo 19 marzo, avrà occasione di vedere un murales colorato all’esterno della sede Ama. Anche a Roma, dopo che il progetto si è diffuso in molte città italiane, arriva il “Muro della gentilezza“. A promuoverlo sono stati sono gli studenti del primo anno della scuola superiore Marymount.

Accanto al muro, dipinto di sole, lune, case e alberi coloratissimi ci saranno anche dei ganci e dei cestini, dove si potranno lasciare o prendere vestiti e scarpe. Si tratta, dunque, di un’iniziativa concreta per aiutare i più bisognosi e i molti senza tetto della Capitale.

L’idea del Wall Kindness è partita dall’Iran, dove è diventato un fenomeno culturale. Ma ora la nuova idea di mutualismo si sta diffondendo a livello globale. A coordinare l’iniziativa dei ragazzi del Marymount è stata la professoressa Giovanna Iorio, che scrive sul suo blog: “parlare ai più giovani di ‘gentilezza’, cortesia, dolce stilnovo è una grande sfida. Soprattutto mentre fuori, nel mondo, si ergono nuovi muri, reti metalliche che fermano esseri umani ai nostri confini”.

Il progetto ha avuto il patrocinino gratuito del Municipio V del Comune di Roma e sono stati coinvolti anche degli street artists. Sul muro, inoltre, ci sarà una scritta che riassumerà il senso dell’iniziativa: “Lascia quello che non ti serve. Prendi quello che ti serve”.

I ragazzi del Marymount sperano che l’iniziativa si diffonda, e sono pronti a collaborare con altri istituti scolastici romani per realizzare altri muri.