Elezioni comunali Roma 2016, Bertolaso cambia idea sui rom: “Tolleranza zero”

Il candidato sindaco di Roma prova a riconquistare la Lega Nord.

Sono tante le dichiarazioni di Guido Bertolaso, candidato in pectore del centrodestra, rilasciate nell’ultima settimana che hanno stizzito Matteo Salvini e la Lega Nord (e non solo); ma una in particolare non è proprio andata giù: “I rom sono un popolo vessato”, ha detto a un certo punto.

Apriti cielo, come può Salvini tollerare una cosa del genere? E infatti non l’ha tollerata, tanto che ha iniziato a mettere in dubbio il fatto che Bertolaso possa essere il candidato sindaco appoggiato dalla Lega Nord seminando il panico in un centrodestra che pensava di essere uscito indenne dal caos romano per un soffio.

E quindi, non si può che interpretare in questa ottica il fatto che, oggi, Bertolaso si rimangi le sue coraggiose dichiarazioni sui rom: “Le mie parole sono state manipolate e strumentalizzate. Forse Salvini aveva ragione a reagire in quel modo; anche io, se avessi letto quelle frasi, sarei rimasto colpito in negativo. Si è trattato di un malinteso. Sui rom serve tolleranza zero”.

Insomma, retromarcia completa e totale, nella speranza di non far innervosire ancora di più l’alleato incerto. “Il mio pensiero andava in direzione completamente opposta a quei titoli. Quello che avevo provato a dare era un giudizio storico su Rom e Sinti; nessuno può negare il fatto che nei secoli passati abbiano subito persecuzioni e, infatti, ad Auschwitz sono stati assassinati migliaia di rom, oltre a milioni di ebrei. Mi riferivo a quello, che è un fatto storico innegabile. Oggi, da quello che si vede a Roma, rappresentano spesso un problema”.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Elezioni comunali

Tutto su Elezioni comunali →