Elezioni Comunali Roma 2016: Salvini frena su Bertolaso ma Berlusconi rilancia

Anche Francesco Storace attacca Bertolaso.

19 febbraio 2016 – E’ ancora bufera sulla candidatura di Guido Bertolaso a sindaco di Roma: in un’intervista al Tempo Silvio Berlusconi ha rilanciato la sua idea di candidare l’ex capo della Protezione Civile. “I romani non sono stupidi. Sapranno guardare al di là delle appartenenze politiche e sceglieranno Bertolaso perché è la scelta giusta per il bene di Roma e dei romani” ha dichiarato Berlusconi al quotidiano romano. Tuttavia sembra che nel centro destra questa candidatura abbia ulteriormente aumentato la frattura: intervenendo questa mattina a La telefonata di Belpietro su Canale 5 Matteo Salvini è tornato sulla questione sindaco di Roma del centrodestra, ribadendo il proprio sostanziale scetticismo e spiegando: “a Roma io ho parlato con tante persone che mi dicono: ‘Salvini, di te mi fido, ma perché Bertolaso? Eppure dice poverini i rom, sono stati penalizzati, dice anche che avrebbe votato il candidato di sinistra, perché qui perché qua’. Un conto son le scelte della politica, ma se la gente chiede altro è mio dovere ascoltarle […] Come fai a dare che i rom sono vessati e penalizzati? Lo sono gli italiani. Io i campi rom li chiuderò, dal primo all’ultimo. Adesso ascolteremo i romani. Con tutto il rispetto per gli alleati, io mi fido di Berlusconi e di Meloni – premette – ma è nostro dovere ascoltare tutti, aspettare una settimana, dieci giorni. E se i romani hanno un’idea diversa, nuova, originale, pulita, io li ascolto e gli vado dietro” ha detto Salvini.

Il leader leghista ha detto che con Berlusconi c’è un rapporto cordiale, che stanno cercando una quadratura del cerchio, ma non ha chiuso la porta ad un’eventuale corsa in solitaria della Lega a Roma, che ha il suo nocciolo duro nei militanti di Casapound.

Aggiornamento 18 febbraio 2016, ore 14:25 – Il vertice di Palazzo Grazioli è effettivamente saltato. Forza Italia ha diffuso una nota in cui spiega:

“A seguito della convocazione della commissione presieduta dal sen. Altero Matteoli per l’individuazione delle candidature del centrodestra per le elezioni amministrative, indetta per mercoledì 24 febbraio, il presidente di Forza Italia Berlusconi ha rinviato ad una data successiva il vertice dei leader della coalizione previsto per oggi”

Salvini e i dubbi su Bertolaso

Il nome di Guido Bertolaso come prescelto per la candidatura alla carica di sindaco di Roma per il centrodestra provoca ancora scontri tra i leader di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia. In particolare è Matteo Salvini, segretario del Carroccio, ad avere ancora molti dubbi sull’ex capo della Protezione Civile, tanto da aver detto che Bertolaso è un candidato “proposto dagli alleati” e intanto insiste per le primarie.

In particolare Salvini ha ricordato che Bertolaso con le sue dichiarazioni sui rom, definiti una “categoria troppo vessata”, su Francesco Rutelli e sul Pd, non ha avuto una partenza molto piacevole per la Lega. Quando gli è stato chiesto se la Lega è pronta a sfilarsi, Salvini ha detto:

“A pacchetto chiuso non compro nulla. Quello che dirà la gente di Roma inciderà sulla mia decisione finale”

La primarie piacerebbero anche Francesco Storace de La Destra che in ogni caso si candida per conto suo e che a radio Cusano Campus ha detto:

“Ora non sto più subendo pressioni da Bertolaso per non candidarmi. Prima ci aveva provato, so che ha importunato un po’ di gente. Ma con me è inutile. Forse ha smesso perché ha paura di un altro processo, che sarebbe il terzo. Io mi sono dimesso quando ero indagato, Bertolaso no”

e, quando ha saputo che c’è la possibilità che la Lega si tiri indietro sulla decisione nel caso in cui Bertolaso non piacesse ai romani, ha aggiunto:

“Oggi è il 18 febbraio, che è il mese più corto. Forse Bertolaso arriva fino a marzo. Io comincio infatti ad avere la sensazione che prima o poi se ne libereranno, chiameranno la Protezione Civile e lo porteranno via”

Intanto le dichiarazioni di Salvini su Bertolaso hanno suscitato l’ira di Giorgia Meloni che ha disertato il vertice previsto con Silvio Berlusconi e lo stesso leader del Carroccio a Palazzo Grazioli. Tra l’altro Meloni è alle prese con 21 membri del suo partito che hanno annunciato il proprio sostegno a Storace e su di loro ha detto:

“Sono persone che già da tempo seguono Alemanno nel nuovo movimento che sta costruendo con Fini. Questo è il gioco di Fini e Alemanno, mi spiace che si sia prestato anche Storace: vogliono portare quel che è sopravvissuto delle destra nel baratro”

Ultime notizie su Elezioni comunali

Tutto su Elezioni comunali →