Lega Nord: chiesto il rinvio a giudizio per Umberto Bossi

Rischia il processo anche l’ex tesoriere Belsito e altri tre componenti del comitato di controllo.

di andreas

A seguire il caso dello scandalo che qualche anno fa coinvolse la Lega Nord, e che portò al nuovo corso del Carroccio, preso in mano da Roberto Maroni prima e Matteo Salvini dopo, è la procura di Genova, dal momento che quella di Milano aveva trasferito il fascicolo per questioni di competenza territoriale.

La notizia di oggi è che l’accusa ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex segretario della Lega Umberto Bossi e l’ex tesoriere Francesco Belsito per la presunta truffa sui rimborsi elettorali ai danni dello Stato da circa 40 milioni di euro. Non sono solo l’ex segretario e l’ex tesoriere a essere implicati, visto che il processo è stato chiesto anche per Stefano Aldovisi, Diego Sanavio e Antonio Turci.

Si tratta di tre componenti del comitato di controllo di secondo livello della Lega Nord, che assieme ai primi due avrebbero ingannato revisori pubblici e vertici di Camera e Senato chiedendo rimborsi per spese che nulla centravano con il lavoro del partito e presentando rendiconti volontariamente falsati.

Sempre il tribunale di Genova si dovrà occupare anche del processo a carico di Stefano Bonet e Paolo Scala, imprenditore e commercialista coinvolto nel presunto riciclaggio dei 5,7 milioni di euro di fondi della Lega Nord. Quelli, per capirci, che Belsito avrebbe poi utilizzato per i suoi investimenti in Tanzania e a Cipro.

The head of the Northern League party, U

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →