Udine: litiga con il ragazzo e tenta di evirarlo

Al culmine di un litigio, una 25 enne tenta di evirare il suo ragazzo in un appartamento di Udine.

Un litigio tra fidanzati e poi il tentativo, da parte di lei, di evirarlo. Ha rischiato di finire in tragedia l’appuntamento tra due ragazzi, che si stavano frequentando da qualche tempo, a Udine. Lei, una brasiliana di 25 anni, è stata interrogata e ricoverata in psichiatria; lui, un italiano di 31 anni, è stato operato e, nonostante la prognosi sia tuttora riservata, non rischia la vita.

I due fidanzatini si erano conosciuti in discoteca, si erano rivisti nello stesso locale e poi avevano deciso di dare una svolta alla loro relazione. Lei aveva invitato lui nel suo appartamento, che condivideva con altri quattro coinquilini. Ieri pomeriggio, i due avevano iniziato a scambiarsi qualche effusione prima che cominciasse un litigio, sempre più violento.

L’operaio a un certo punto aveva deciso di andarsene, ma la ragazza ha preso un coltello e – come riferisce il quotidiano Il Piccolo – lo ha affondato nei genitali dell’uomo, riuscendo quasi nell’intento di evirarlo completamente. Procurandogli comunque lesioni gravi. Le urla di lui hanno richiamato una delle inquiline presenti nella casa che non ha potuto fare altro se non vedere il 31 enne che scappava e sangue dappertutto. Nonostante le ferite, infatti, il ragazzo aveva deciso di prendere la macchina e dirigersi verso il pronto soccorso cittadino dell’ospedale Santa Maria della Misericordia.

Ai medici del pronto soccorso, la vittima ha raccontato di aver sentito una fitta al basso ventre e di essere riuscito ad allontanarsi appena in tempo. I sanitari friulani hanno operato il giovane per una parziale amputazione del pene. La polizia ora vuole accertare se si è trattato di un gesto folle e nient’altro o se sotto ci sia qualcos’altro.