Ex attore dei Power Rangers arrestato per aver ucciso il coinquilino con una spada da samurai

Ricardo Medina Jr. ha discusso con il coinquilino Joshua Sutter e poi lo pugnalato all’addome.

Ricardo Medina Jr., attore americano ex stella dei Power Rangers, è stato arrestato sabato scorso a Palmdale in California per aver ucciso il suo coinquilino Joshua Sutter.

Medina aveva recitato in Power Rangers Wild Force nel 2002 nei panni del Power Ranger rosso e poi aveva ricoperto il ruolo di Dekar nei Power Rangers Samurai. Ora si ritrova in carcere e la cauzione è di un milione di dollari.

Secondo TMZ, Medina e Sutter stavano litigando e l’attore si è chiuso nella sua stanza con la propria fidanzata. Tuttavia, Sutter, che voleva continuare a litigare, è entrato nella stanza e a quel punto Medina lo ha colpito all’addome con una spada da samurai. È stato lo stesso Medina a chiamare il 911 e ha aspettato che arrivasse la polizia che lo ha subito arrestato, mentre Sutter è stato portato in ospedale dove poco dopo è stato dichiarato morto.

La vicenda, insomma, è ancora tutta da chiarire, perché quella di Medina potrebbe essere una legittima difesa, dipende da quale fosse il reale atteggiamento di Sutter al momento della lite, visto che è entrato con la forza nella camera dell’attore. Pare però che Sutter non fosse armato.

Testimone oculare di tutto quello che è successo sabato è la fidanzata di Medina.
Ricardo Medina Jr. è figlio del pugile Ricardo Medina, è di origini portoricane e ha praticato molti sport. È nato nel 1977 a Los Angeles, dove vive ancora oggi, e oltre alle serie Power Rangers Wild Force del 2002 e Power Rangers Samurai del 2011, ha partecipato anche a episodio di altre serie tv come ER e CSI.