Elezioni Germania 2013: Merkel confermata, sfuma la maggioranza assoluta

La Cdu/Csu della Cancelliera trionfa con il 41,5% dei voti che non garantisce ad Angela Merkel la maggioranza assoluta dei seggi. Soltanto il 25,7%  per l’Spd di Peer Steinbrück. Liberali e anti-europeisti fuori dal Parlamento

La Cdu/Csu della Cancelliera trionfa con il 41,5% dei voti che non garantisce ad Angela Merkel la maggioranza assoluta dei seggi. Soltanto il 25,7%  per l’Spd di Peer Steinbrück. Liberali e anti-europeisti fuori dal Parlamento

Lunedì 23 settembre, ore 08:33 I dati definitivi consegnano al Cdu/Csu la maggioranza relativa, ma non quella assoluta. Il partito di Angela Merkel conquista 311 seggi su 630, una maggioranza che rende decisiva l’uscita dei liberali dell’Fdp dal Parlamento (4,8%). Ora alla Cancelliera spetterà il compito di costruire un governo di coalizione. Anche gli anti-europeisti dell’Afd (4,6%) restano sotto lo sbarramento del 5%. Oltre ai 311 seggi al partito di maggioranza, 192 seggi vanno all’Spd (25,7%) e 64 ai Linke (8,6%) e 63 ai Verdi (8,4%).

Domenica 22 settembre, ore 23:43 I dati reali aggiornati danno i Cristiano-democratici di Angela Merkel al 43%, l’Spd di Steinbrück al 25,5%, i Verdi all’8,2% i Linke al 7,6% e i Fdp al 4,9% cioè poco sotto la soglia che consentirebbe loro di entrare nel Bundestag. Quest’ultimo dato è molto importante poiché il Fdp garantirebbe alla cancelliera Merkel una larga maggioranza, mentre l’attuale situazione, secondo le ultime proiezioni, vede Cdu/Csu a 301 seggi su 606, quindi ad appena 3 seggi dalla maggioranza assoluta.

Ore 21:07 Peer Steinbrück, leader dei socialdemocratici, ha ammesso la sconfitta:

Non abbiamo raggiunto il risultato atteso, ora tocca ad Angela Merkel formare il nuovo governo della Germania. È lei che deve trovarsi una maggioranza.

Ore 21:04 Secondo la televisione tedesca Zdf, le proiezioni darebbero la Cdu/Cs al di sotto della maggioranza assoluta dei seggi del Bundestag: 302 seggi su 606, dunque due in meno rispetto alle precedenti proiezioni e rispetto a quelli necessari per avere la maggioranza assoluta. Ma resta ancora incerto il destino di liberali (Fdp) e anti-europeisti (Afd) poco sotto il limite di sbarramento del 5%.

Ore 19:20 Secondo le ultime proiezioni dei risultati delle elezioni politiche tedesche, la Cdu-Csu della cancelliera Angela Merkel riuscirebbe a ottenere di misura la maggioranza assoluta dei seggi. I dati provvisori assegnano ai conservatori 304 deputati sui 606 complessivi del Bundestag. Ai socialdemocratici andrebbero 185 seggi, 60 alla sinistra della Linke e 57 ai Verdi. Liberali e partito anti-euro resterebbero fuori dal Parlamento. Nel caso i liberali riuscissero a superare lo sbarramento del 5% la maggioranza sarebbe ancora più solida. Con questa situazione, contrariamente a quanto detto in precedenza, non si dovrebbe ricorrere a un governo di larghe intese.

Ore 19:15 La partecipazione alle elezioni politiche in Germania è aumentata rispetto al 2009Alle ore 14 aveva votato il 41,4% degli elettori rispetto al 36,1% di quattro anni fa. Nel 2009 era stato registrata l’affluenza più bassa del dopoguerra: il 70,8% degli aventi diritto al voto.

Ore 19:10 Con il consolidamento dei dati dei primi exit poll e visto l’ampio margine del Cdu/Csu, Angela Merkel ha commentato in maniera sobria e con l’understatement che la contraddistingue la vittoria che gli consegnerà il terzo cancellierato consecutivo:

Si tratta di un risultato eccellente. Cari amici, quest’oggi siamo davvero entusiasti per questo grande risultato, vorrei ringraziare elettori ed elettrici che ci hanno dato una fiducia così grande. Ancora una volta un grande ringraziamento: è è già parecchio tempo che siano qui e ne sono felice.

ore 18:40 Secondo i primi exit poll la Cdu/Csu di Angela Merkel ha ottenuto il 42% dei voti nella consultazione elettorale di oggi che ha visto la chiusura delle urne alle ore 18. Con questo risultato la Merkel otterrebbe 298 seggi, sette in meno della maggioranza assoluta calcolata. Il partito socialdemocratico guidato da Peer Steinbrück viene dato al 26% risultato che affiderebbe al suo partito 184 seggi.

Ma a sparigliare le carte e a costringere la Cancelliera a una nuova grosse koalition potrebbe essere il mancato passaggio dello sbarramento del 5% da parte dei liberali della Fdp che sono dati al 4,7%.

Dunque nonostante il largo vantaggio del partito della Merkel indicato dagli exit poll, soltanto lo spoglio vero e proprio potrà dirci se in Germania tornerà o no la grande coalizione con la quale la Germania ha affrontato gli anni tribolati della crisi, assumendo il ruolo di guida della zona Euro.

Il partito anti-europeista Alternative fur Deutschland è al 4,9%, ad appena uno 0,1% dall’ingresso in parlamento.

Se i risultati resteranno tali Angela Merkel entrerà nel suo terzo mandato quadriennale con il compito di formare un governo di larghe intese, se, invece, i risultati veri e propri dovrebbero vedere l’ingresso dei liberali in Parlamento, il Governo sarà solido e fermo sulle posizioni europeiste della Cancelliera.

Foto © Getty Images