Strage in Alabama, folle spara all’impazzata: uccide 10 persone e poi si suicida

E’ strage in Alabama. Nella notte un killer solitario ha terrorizzato Kinston e Samson, due paesi del sud del paese al confine con la Florida. Colto da un raptus di follia, scrive al.com, il 27enne Michael McLendon, ha imbracciato il fucile e ucciso 10 persone prima di togliersi la vita. Tra le vittime dell’uomo, sua

E' strage in Alabama. Nella notte un killer solitario ha terrorizzato Kinston e Samson, due paesi del sud del paese al confine con la Florida.

Colto da un raptus di follia, scrive al.com, il 27enne Michael McLendon, ha imbracciato il fucile e ucciso 10 persone prima di togliersi la vita. Tra le vittime dell'uomo, sua madre, i nonni, e una coppia di zii. Il corpo della madre è stato ritrovato nella sua casa di Kinston data alle fiamme, ancora non si sa se la donna è morta per colpi di arma da fuoco.

La violenta mattanza è iniziata nella sua città, è poi continuata lungo il tragitto con l'uccisione di una donna in un locale, il Big little store, successivamente un'altra vittima al Pipe and Supply di Samson.

Senza alcun controllo ha poi sparato anche in un terzo locale, fortunatamente senza colpire nessuno. Infine è fuggito, sulla statale verso Geneva, inseguito dalla polizia. Poi dopo una sparatoria, in cui è rimasto ferito anche il capo della polizia della città, si è tolto la vita nel parcheggio dell'azienda di cui era dipendente la Reliable Metal Products.

"E' entrato nel complesso– ha detto Steve Jarrett della polizia di Stato – e dopo pochi minuti si sono uditi colpi d'arma da fuoco… Le forze di polizia lo hanno trovato morto".

Sconosciute al momento le cause del folle gesto.