Usa: no a spazio aereo per Maduro, il Venezuela protesta

L’aereo presidenziale doveva sorvolare Porto Rico per la visita in Cina, ma Washington ha negato il permesso di sorvolo.

Niet. Gli Stati Uniti hanno vietato al presidente venezuelano Nicolas Maduro il permesso di sorvolare il territorio di Porto Rico, che si trova sotto la giurisdizione americana. Il successore di Chavez dovrebbe transitare in quella zona per recarsi in Cina, dove è atteso per una visita ufficiale. Maduro ha già fatto sapere che non annullerà il viaggio, a costo di allungare la rotta.

Elias Jaua, cancelliere di Caracas, ha spiegato che tutti gli altri Paesi europei e asiatici hanno autorizzato la rotta. Maduro ha aggiunto: “E’ una grave mancanza negare a un capo di Stato il permesso di sorvolare uno spazio aereo di un Paese che è stato colonizzato a terra, come Porto Rico”. Secondo il presidente del Venezuela, gli Stati Uniti avrebbero negato il visto anche al ministro dell’Ufficio della presidenza Willmer Barrientos e ad altri membri della delegazione venezuelana che dovrebbero partecipare alla prossima Assemblea generale dell’Onu.

“Non accetto questo comportamento. Se devo prendere misure diplomatiche con il governo degli Stati Uniti, non avrò esitazioni a prenderle”. I rapporti tra Usa e Venezuela sono diventati molto tesi tre mesi fa, in occasione del caso Snowden, quando diversi Paesi europei vietarono il permesso di sorvolare i propri territori al presidente della Bolivia Evo Morales. Venezuela e altri Paesi del Sudamerica condannarono duramente l’accaduto.

Il presidente boliviano ha stigmatizzato il divieto di sorvolo di Portorico e ha aggiunto che intende chiedere agli Stati membri dell’Alleanza bolivariana per le Americhe (Alba) di considerare la possibilità di non partecipare ai lavori dell’assemblea generale delle Nazioni Unite, in programma il 30 settembre a New York. Una sorta di boicottaggio.