Gaetano Silvestri è il nuovo presidente della Corte Costituzionale

Eletto con otto voti il successore di Franco Gallo.

Gaetano Silvestri l’ha spuntata su Luigi Mazzella ed è diventato il 37° presidente della Corte Costituzionale. Prende il nome di Franco Gallo, da oggi in pensione, che lascia il posto di giudice della Consulta a Giuliano Amato tra mille polemiche che abbiamo visto nei giorni scorsi.

Silvestri ha ottenuto otto voti sui quindici a disposizione, mentre il suo predecessore ne aveva avuti 14 più una scheda bianca. Non un consenso unanime dunque per il professore ordinario di Diritto Costituzionale in quota centro-sinistra che ha battuto di misura Mazzella e resterà in carica fino al 28 giugno 2014. Il giurista siciliano, classe 1944, fa parte della Consulta dal 2005, è stato eletto dal Parlamento il 22 giugno con 587 voti e ha giurato il 28 dello stesso mese. Dal 29 gennaio 2013 aveva assunto, insieme con Mazzella, il ruolo di vice-presidente, nominato dallo stesso Franco Gallo.

Gaetano Silvestri, un anno dopo la laurea in Giurisprudenza, conseguita nel 1966, è stato insignito dal Presidente della Repubblica per la migliore tesi di laurea in Diritto Costituzionale. In seguito, nel 1970, ha vinto il concorso per assistente di Diritto Costituzionale alla Facoltà di Giurisprudenza di Messina, ateneo dove ha poi insegnato Diritto degli enti locali e diritto parlamentare per la Facoltà di Scienze politiche.

Tra la fine degli anni ’80 e i primi anni ’90 è diventai membro del Comitato direttivo dell’Associazione italiana dei Costituzionali. Dal 1990 al 1994 è stato membro del Consiglio Superiore della Magistratura. Nel 1998 è diventato membro del Consiglio Scientifico dell’Istituto di studi sulle Regioni del CNR.

Nel 2010 il nome di Gaetano Silvestri era stato inserito dalla stampa italiana tra quelli della cosiddetta “lista di Anemone”, cioè coloro che avrebbero usufruito di ristrutturazioni edilizie da parte dell’immobiliarista Diego Anemone, ma il giudice ha dichiarato di essere estraneo al caso diramando un comunicato ufficiale.
Luigi Mazzella, intanto, è stato confermato come vice-presidente.

Foto © Corte Costituzionale