Piazzapulita, la puntata del 16 settembre 2013 live su PolisBlog

Su PolisBlog Piazzapulita in diretta dalle 21.10 stasera.

00.16 Dopo la lettura di alcuni tweet, i saluti. La puntata finisce.

Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
00.10 Per Di Pietro non si andrà a votare presto perché “questi non si schioderanno dalla sedia” Pubblicità, poi i saluti.
00.08 Gelmini invita a considerare un fatto positivo la cancellazione dell’Imu. Sul servizio su Brunetta:

Far credere che abbia lavorato per togliere l’Imu per suoi interessi personali è una meschinità.

00.04 Un servizio sull’incontro di Cernobbio, risalente alla scorsa settimana.
00.01 Boeri spiega che i costi economici dell’assenza di un governo sono quelli dell’instabilità politica. Ma, sottolinea l’economista, se un governo non fornisce sicurezza allora non è utile in questo senso.
23.59 Per Mentana se dovesse cadere il governo non sarebbe una tragedia.
23.57 Villa Brunetta: 2 piani, 5 bagni, una piscina, un giardino. E niente Imu da pagare.
23.52 Gelmini: “Berlusconi continuerà a pagare l’Imu”. Mormorio in studio. Intanto un servizio racconta che invece Brunetta non la pagherà.

23.51 Come coprire l’abolizione (parziale) dell’Imu?

23.50 Quanti soldi servono per cancellare la prima rata di Imu?

23.44 Pubblicità.
23.42 Moretti: “In parte abiamo sposato l’idea di rivedere la service tax, abbiamo invece subito l’eliminazione a tutti dell’Imu. Io l’avrei pagata volentieri, visto che faccio la parlamentare”.
23.41 Boeri, pur ammettendo che l’Imu era una imposta iniqua, definisce indiscriminato il provvedimento di cancellazione della prima rata del 2013.
23.34 Con un servizio si passa a parlare di Imu, che anche i più ricchi che possono permettersi gli attici in centro storico a Roma non pagheranno (almeno la prima rata).

23.30 Gelmini interrogata su come evitare che ci siano pensioni così alte e inique. Secondo la parlamentare la soluzione era rappresentata dal contributo di solidarietà, che però è stato bocciato dalla Corte costituzinale per la violazione dell’articolo 3.
23.26 Boeri favorevole a porre un tetto massimo alle pensioni pubbliche.
23.24 Eccolo il pensionato statale che percepisce quasi 50 mila euro al mese e usufruisce anche dell’auto blu.
23.21 La pensione (da professore universitario e da ex parlamentare) di Sergio D’Antoni.

23.17 In onda un servizio che racconta come un dipendente pubblico possa ottenere una pensione di 49 mila euro. Per esempio Mauro Sentinelli, l’ex dirigente Telecom, percepisce 90 mila euro al mese.

23.14 Gelmini nega la correlazione tra De Gregorio e la caduta del governo Prodi.
23.13 Di Pietro inoltre non ammette che Amato, dopo essere stato politico, ora sia giudice costituzionale.
23.10 Di Pietro ricorda che l’IdV è parte civile nel processo sulla compravendita dei parlamentari di cui si sarebbe reso protagonista De Gregorio. L’ex magistrato ritiene che la mancata consegna della memoria da parte di Lavitola è un messaggio a Berlusconi.
23.03 Pubblicità.
23.01 Si passa alla questione della compravendita dei parlamentari. E a Valter Lavitola. Il quale oggi al tribunale di Napoli avrebbe dovuto (ma non lo ha fatto – lo farà il 23 ottobre) presentare una sua memoria, smentendo che i soldi dati da Berlusconi a De Gregorio fossero suoi.

22.59 Elvira sottolinea che Berlusconi, peraltro, non si è quasi mai presentato in Senato.
22.56 Spazio a Elvira, studentessa che non ha ancora rinnovato la tessera del Pd. E che spera che da mercoledì in poi si potrà tornare a parlare dei problemi dell’Italia.
22.55 Moretti si sente in disagio per i 120 tiratori franchi del Pd. La democratica li definisce “codardi” ma assicura di non sapere chi siano esattamente.
22.52 Gli emolumenti di Amato, nominato giudice della Corte costituzionale. Per Giarrusso, Amato non ha i requisiti per tale incarico, a prescindere dalle questioni economiche.
22.49 Per Moretti, invece, Napolitano è stato un dei migliori Capi di Stato perché ha dimostrato “equilibrio”. Poi accusa Giarrusso di esporre critiche strumentali.
22.48 Per Giarrusso Napolitano è il peggior Presidente della Repubblica perché sta violando la Costituzione poichè “le uniche leggi passate in Parlamento sono quelle del governo che decreta con urgenza”.
22.46 Giarrusso smentisce il tutto e nota che gli esponenti grillini votano sempre compatti, anche se le discussioni interne sono “accanite”.
22.44 Moretti ribadisce che esiste la possibilità che alcuni del M5S si alleino con il Pd dando vita ad un nuovo governo nel caso in cui il Pdl dovesse staccare la spina.
22.43 Moretti sospetta che possa essere il M5S a ‘tirare il pacco’ al Pd votando col voto segreto contro la decadenza e dando poi la colpa ai democratici. Per questo l’ex portavoce di Bersani auspica il voto palese.
22.41 In studio c’è il senatore Giarrusso del M5S, secondo il quale il Pd in Parlamento è spaccato come ha dimostrato per l’elezione del Presidente della Repubblica. Moretti ammette l’esistenza di correnti, ma precisa che sul caso Berlusconi c’è compatezza assoluta.

22.37 Si passa alle dichiarazioni di Grillo, secondo il quale il Pd salverà Berlusconi se ci sarà il voto segreto.
22.34 Gelmini avverte che il voto sulla decadenza di Berlusconi è uno spartiacque “perché tutte le regole sono state stravolte per abbattere il nemico di sempre”.
22.31 Gelmini sostiene che qualche falco e qualche colomba si prende troppo sul serio. Poi parla di “stupidità di qualcuno”.

22.25 Moretti possibilista su una maggioranza che sostenga il governo Letta nel caso di rottura del Pdl.
22.24 Di Pietro contesta il fatto che una sentenza definitiva sia messa ai voti dei senatori.
22.21 Di Pietro intanto dice che ai traditori, di qualunque parte essi siano, bisognerebbe sputare in faccia. Il leader dell’IdV vorrebbe andare subito al voto o quantomeno dopo un governo di scopo per riformare la legge elettorale.
22.20 Gelmini insiste accusando Pecorardo di aver fatto una furbata. Poi a Formigli:

È proprio un allievo di Santoro, e ha superato il maestro.

22.16 Secondo Mentana il comando di Berlusconi nel Pdl non è in dubbio. Gelmini ammette che il Pdl è un partito carismatico. Il direttore del TgLa7 ricorda che oggi Santanchè ha illustrato un Pdl diviso dicendo che non c’è spazio per gli Alfano.

22.13 Gelmini nega che il Pdl sia diviso e anzi lo definisce “granitico” in difesa di Berlusconi.
22.08 Giuseppe Castiglione, sottosegretario all’Agricoltura, è citato da Mancuso. Davanti alle telecamere lo stesso Castiglione (vicino ad Alfano) assicura l’appoggio a Berlusconi; quando, invece, non sa di essere ripreso racconta che il Pdl è diviso e che è possibile che nasca una fronda nel caso in cui il Cavaliere decida per togliere la fiducia al governo Letta.
Gelmini se la prende con il giornalista, autore di “una bastardata”.

22.06 Bruno Mancuso, senatore Pdl, è un altro parlamentare pronto a sostenere una nuova maggioranza pur di non perdere lo stipendio, come ammette candidamente:

Per il bene dell’Italia, ma inconfessatamente anche per il proprio bene.

22.06 Naccarato ipotizza l’esistenza di una maggioranza silenziosa che potrebbe emergere in caso di rischio di caduta del governo Letta.
22.03 Il giornalista Pecoraro è andato a scovare i possibili traditori del Pdl. Il primo Paolo Naccarato, con un passato tra centrosinistra e centrodestra. Calabrese, si è candidato anche con la Lega Nord.
21.57 Pubblicità.
21.56 La democratica nega che ci sia da parte del suo partito la volontà di perseguitare Berlusconi.
21.55 Moretti non ha dubbi: il Pd voterà per la decadenza da senatore di Berlusconi.
21.53 Mentana non crede che Berlusconi sia così sottotono, anzi giovedì dovrebbe iniziare la sua campagna mediatica andando ospite da Bruno Vespa.
21.49 La giornalista di Oggi svela che Berlusconi da qualche giorno non vorrebbe nemmeno più le visite di Daniela Santanchè. Inoltre, l’ex moglie Veronica Lario sarebbe tornata per un pranzo, insieme ai figli.
21.44 Aprile svela che ad Arcore non c’è più traccia di bunga bunga. Berlusconi sarebbe isolato, sottotono, di cattivo umore.
21.42 Moretti è ottimista sul fatto che Berlusconi non farà cadere il governo Letta.
21.39 Parola a Alessandra Moretti del Pd che si augura che Forza Italia rappresenti un rinnovamento della politica italiana.

21.38 L’ex ministro accusa Piazzapulita di essere un programma fazioso.
21.37 Per Gelmini la giunta delle elezioni e dell’immunità parlamentare si sta comportando come un plotone di esecuzione. Poi dice che “è chiaro che la legge Severino non sia retroattiva”.
21.35 Per Gelmini Di Pietro rappresenta l’anomalia della magistratura.
21.33 Di Pietro non crede che Berlusconi lasci la scena politica. Poi auspica che l’Italia da dopodomani possa occuparsi di questioni serie che vadano oltre il Cavaliere.

21.32 Gelmini interviene per precisare che Berlusconi ha le idee chiare ed è pronto a dare vita ad “una nuova stagione politica”.


21.29 Enrico Mentana annuncia che il videomessaggio sarà diffuso domani alle 10.30 (durerà 15 minuti). Verrà annunciata la ri-nascita di Forza Italia e ci saranno dei passaggi anche sull’ingiustizia (presunta) subita dal Cavaliere e sui rapporti tra Pdl e Pd.
21.27 Formigli dà conto del tweet di Franco Bechis che anticipa il contenuto del videomessaggio di Berlusconi. Che sarebbe intenzionato a non far dimettere i ministri.


21.19 Formigli, con smartphone in mano, annuncia che tra poco renderà note le indiscrezioni sul contenuto del nuovo videomessaggio di Berlusconi che dovrebbe essere rilasciato dopo la decisione della giunta sulla decadenza da senatore del Cavaliere. Pubblicità.

La Tenaglia è il titolo della puntata di stasera di Piazzapulita, il talk show di La7 condotto da Corrado Formigli. Nell’appuntamento di questa sera, in liveblogging su PolisBlog dalle 21.10, si tornerà a parlare dell’esilio forzato di Silvio Berlusconi che da più di 40 giorni non esce dalla sua villa di Arcore. Ovviamente grande attenzione sarà riposta sui possibili scenari futuri che riguardano anche il governo Letta, appeso alla decisione della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari sulla decadenza del senatore Berlusconi, prevista per mercoledì sera.
In studio a discuterne ci saranno Enrico Mentana, direttore del TgLa7, Antonio Di Pietro, Presidente Idv, Maria Stella Gelmini del Pdl, Alessandra Moretti del Pd, Tito Boeri della Voce.info e Marianna Aprile del settimanale Oggi.

Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO
Piazzapulita, puntata 16 settembre 2013: FOTO

Ultime notizie su Piazzapulita

Tutto su Piazzapulita →