Veltroni: Olimpiadi a Roma nel 2016? Ripensiamoci

” />“Non voglio far perdere a Roma un’occasione, ma neanche far buttare dei soldi a nessuno”. L’ha detto ieri il nostro sindaco Veltroni, facendo – immagino – la gioia di quanti nei nostri commenti si lamentavano dei tanti e vari sprechi economici della Amministrazione romana. Il riferimento è alla candidatura della Capitale come città ospite

di claudio

” />“Non voglio far perdere a Roma un’occasione, ma neanche far buttare dei soldi a nessuno”. L’ha detto ieri il nostro sindaco Veltroni, facendo – immagino – la gioia di quanti nei nostri commenti si lamentavano dei tanti e vari sprechi economici della Amministrazione romana. Il riferimento è alla candidatura della Capitale come città ospite delle Olimpiadi, prevista per il 2016.

A far fare un passo indietro a Walter – che pure era stato fra i primi interessati alle Olimpiadi – è stata la recente e dolorosa mancata assegnazione all’Italia degli Europei di Calcio. La sconfitta subita dall’Italia per Euro 2012 deve farci riflettere ha spiegato, aggiungendo poi: “La vicenda degli europei di calcio è la testimonianza che lo sport italiano deve avere piu’ forza internazionale”.

Insomma, la parola d’ordine è “andare cauti”, evitare di fare il passo più lungo della gamba: in pratica, il nostro primo cittadino crede poco in una possibile scelta di Roma come città ospite dell’evento, e vuole frenare i possibili entusiasmi. Che la sconfitta italiana agli Europei sia stata un colpo così forte da fargli cambiare idea rispetto a settembre?

Veltroni è sicuramente molto pragmatico: “È una decisione che va presa sapendo che se si parte bisogna arrivare… Non necessariamente bisogna vincere quando c’é una gara, ma bisogna competere”, ha detto. In pratica: mettersi in gioco solo nel momento in cui si ha la quasi certezza di farcela.

Ha fatto bene a parlare così? Ha fatto male? Non lo so. Di certo, nel caso in cui le Olimpiadi del 2016 non dovessero essere a Roma, mi viene una sola cosa in mente: peccato.

foto | Flickr