Virus – Il contagio delle idee: la puntata dell’11 settembre 2013 su Polisblog

La puntata dell’11 settembre 2013 del programma condotto da Nicola Porro in diretta su Polisblog.

23:42 la trasmissione finisce qui.

23:21 intervista a Ennio Doris. Le dichiarazioni: “Le banche stanno attraversando il loro peggior periodo dal dopoguerra. Le banche italiane sono molto solide perché non hanno fatto le fesserie delle banche tedesche, francesi e inglesi, dopo il fallimento Lehman. In azienda mi diverto ancora. E’ la mia creatura e non riesco a starne fuori. Ho realizzato l’idea che avevo in mente. Doris è sempre lo stesso: in Mediobanca, nella mia azienda e a casa mia. Se la banca non tradisce il cliente, il cliente ritorna. Le banche pagano troppe tasse. Berlusconi poteva cambiare le cose? Nessuno può cambiare le cose da solo perché abbiamo governi di coalizione. Ho incontrato Berlusconi dopo aver letto una sua intervista in cui suggeriva agli imprenditori di andare da lui con una buona idea. A Portofino, ho incontrato casualmente Berlusconi ed è nato il tutto. Berlusconi non mollerà mai perché è fatto così: si fissa un obiettivo e lo realizza. Un difetto di Berlusconi? Faccio fatica, gli voglio troppo bene. Una volta non seguii un suo consiglio e sbagliai. Il governo Letta? Non ci sono alternative a questo esecutivo. Renzi? Risulta simpatico come Berlusconi. Perché ho fatto gli spot? Perché la gente si fida dell’istituzione ma anche della persona. La mia famiglia era povera, mia sorella lavorava 15 ore al giorno come camiciaia per farmi studiare. Sono uno degli uomini più ricchi al mondo ma resto attaccato alle mie radici, frequentando ancora i miei amici d’infanzia. Io spero che il governo Letta duri, con un po’ di buon senso da una parte e dall’altra”.

23:17 Porro saluta gli ospiti e annuncia l’intervista a Ennio Doris.

23:15 la risposta alla domanda “Vogliamo sbrigarci a far decadere Berlusconi?”. Per l’81%, è sì. Bernini: “Si crea un drammatico precedente. Non è giusto sulla base di questa legge”. Gomez: “Ma li vogliamo sbattere fuori i ladri dal parlamento?”.

23:12 Bernini: “La Tav è utilissima. Le persone che protestano con queste modalità sono terroristi”.

23:10 Richetti: “E’ pericoloso dire che la politica genera questi fenomeni”.

23:07 Gomez: “La follia della politica genera questi movimenti. Quest’opera resterà incompiuta. Il movimento No Tav dovrebbe trovare il consenso sociale nel paese, senza violenza, per contestare quest’opera. La protesta deve continuare ma i violenti devono essere segnalati. Le leggi esistenti sono sufficienti”.

23:04 Feltri: “Il modo con cui si contesta quest’opera sfocia nel terrorismo”.

22:59 Ferdinando Lazzaro, costruttore in Val di Susa: “Abbiamo avuto la sfortuna di lavorare sull’alta velocità per primi. Ho avuto aggressioni personali. Non lavoro più perché l’attenzione mediatica non ci ha portato bene. Noi ci portiamo dietro un marchio d’infamia. La mia impresa è ridotta a pochissimi elementi e con altri imprenditori stiamo pensando di andare all’estero. Mi hanno anche dato fuoco ai mezzi. Mi sento tradito dai miei concittadini. Noi siamo semplici esecutori di un’opera. E’ legittimo protestare contro un’opera che si ritiene inutile. Il movimento No-Tav hanno il merito di aver fatto cambiare il tracciato. La gente va ascoltata ma l’escalation di violenza in Val di Susa non può essere giustificata. La vicenda No Tav ha creato un danno sociale. Vincere l’appalto? Lo rifarei. Ho diritto di lavorare dove c’è lavoro. Non è mio compito decidere se un’opera va fatta oppure no”.

22:48 Fabrizio Goria: “Se il governo cade, lo spread potrebbe arrivare massimo a 300-350 perché Draghi ha salvato l’Euro e l’Italia. “.

22:47 Bernini, PdL: “L’Italia è anche una Repubblica fondata sugli immobili. Bisogna aumentare gli accessi al credito”.

22:44 Richetti, PD: “Tanti miei coetanei ritornano al paese d’origine perché non riescono a mantenere la casa”.

22:37 dopo la pubblicità, Porro annuncia un servizio sul valore delle case. Vediamo un esempio di mercato immobiliare a Catania: il valore degli immobili è drasticamente calato. Anche nel Lazio, una seconda casa di due piani ad Anzio, sul litorale romano, vale solo 190mila euro. Anche in questo caso, gli immobili si svendono.

22:30 dal casino di Sanremo, i sostenitori PdL: “Se Berlusconi decade, i ministri PdL devono lasciare il governo altrimenti sono dei traditori”.

22:28 Bernini: “Noi abbiamo solo dettato i principi direttivi per la Legge Severino ma non l’abbiamo votata”. Gomez: “Per la legge Severino, già 37 parlamentari sono andati a casa, alcuni del Pdl e il Pdl è stato zitto”.

22:25 Feltri: “La legge Severino vale? Berlusconi dovrebbe decadere automaticamente se la legge vale. Questa storia del voto è solo politica”.

22:23 un servizio sulle possibili mosse del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

22:22 Bernini, PdL: “Il ladro potrebbe anche non essere ladro…”.

22:21 Gomez: “Se Berlusconi che ha frodato il fisco restasse in Parlamento, il cittadino è portato a pensare che anche l’on. Bernini, che non ha problemi a sedersi vicino a Berlusconi, è una ladra. I cittadini pensano che siete tutti ladri”.

22:18 Richetti: “La domanda di stasera doveva essere questa: “Un condannato in via definitiva deve restare in Parlamento?” Per me no”. Bernini: “Votare contro Berlusconi è un atto eversivo e anti-democratico”.

22:15 Anna Maria Bernini, PdL: “Non possiamo negare l’aggressione giudiziaria a Berlusconi. La giustizia è un problema di tutti. Ora noi stiamo chiedendo in Giunta di votare rispettando le regole, che le leggi siano uguali per tutti. La legge Severino non è retroattiva e non l’abbiamo votata noi”. Gomez: “Questa non è una legge penale”.

22:10 Richetti, PD: “Non c’erano le condizioni per un governo tutto nostro. Mi auguro che il governo Letta non sia alla fine. Se il governo Letta cadesse, cadrebbero tutte le riforme. Abbiamo una classe politica poco credibile, non basta salire sui tetti, bisogna darsi da fare”.

22:05 dalle feste del PD, tutti vogliono la fine del Governo Letta.

22:04 Gomez accenna alla morte di Berlusconi e Porro impazzisce: “Lo state gufando!”. Gomez chiarisce: “E’ umano e naturale pensare alla propria successione”.

22:03 Peter Gomez: “Se la legge Severino non è applicabile a Berlusconi, significa che finora sul parlamento pulito hanno scherzato”.

21:59 in studio ci sono la senatrice de Il Popolo della Libertà Anna Maria Bernini, il deputato del Partito Democratico Matteo Richetti, Vittorio Feltri e Peter Gomez. Inizia Feltri: “Stavolta la sinistra è riuscita ad intrappolare Berlusconi e questi signori non apriranno mai la gabbietta”.

21:55 servizio sulla decadenza di Berlusconi. Buemi, senatore Psi: “Spero che il Pdl non rompa con il governo”. Malan, PdL: “Se il PD viola la costituzione per far fuori Berlusconi, spara al governo ma non tutti i proiettili uccidono. Deciderò in base a ciò che verrà detto”.

21:52 Stella: “Ognuno ha il diritto di cambiare opinione. Fa schifo se lo fa solo per la poltrona”.

21:51 dalla festa de Il Fatto Quotidiano. Santoro: “Sarebbe auspicabile anche un governo che faccia poche cose. Il paese può andare avanti anche senza Berlusconi”. Dario Fo: “Siamo la vergogna d’Europa”.

21:48 Stella: “Il venir meno di Berlusconi costringerà il PdL a cercarsi un nuovo libero. La colpa è di Berlusconi che non ha fatto crescere nessuno”.

21:46 il vicepremier Alfano: “Il PD non si illuda, non ci saranno fuoriuscite dal PdL che andrebbero a sostenere un ipotetico governo di estrema sinistra”.

21:44 in una scena molto “naturale”, i sostenitori del PdL dal Casinò di Sanremo urlano: “ELEZIONI, ELEZIONI, ELEZIONI”.

21:41 Stella: “E’ possibile che avvengano presto tradimenti in Parlamento”.

21:39 Gianantonio Stella, editorialista de Il Corriere della Sera: “A volte il tradimento è dettato solo dalla voglia di tenersi la poltrona. In quel caso, il tradimento è meno rispettabile”.

21:37 si ritorna a parlare dei traditori nel PdL. Santanchè: “Non ci sono traditori. Siamo un partito coeso attorno a Silvio Berlusconi. Ci sono solo vedute diverse per risolvere il problema”.

21:35 la domanda virale di stasera è di Nicola Morra: “Vogliamo sbrigarci a risolvere la questione sulla decadenza di Berlusconi e pensare ai problemi seri oppure no?”

21:33 Morra: “Mozione sul dissesto idrogeologico: abbiamo proposto una mozione di buon senso dichiarata favorevole. Pd e Pdl si sono astenuti e così facendo mettono in minoranza il loro governo”.

21:30 Morra: “Una mia collega del PdL ha votato per un assente e lo faceva sorridendo. Chi fa le leggi, le infrange”.

21:29 Morra: “Noi abbiamo chiesto di mettere in discussione il Porcellum ma hanno fatto orecchie da mercante. Nessuno vuole cambiarlo”.

21:27 Nicola Morra, capogruppo del Senato del M5S, è in studio. Morra sul Governo Letta: “Meno dura e meglio è. Il governo sta rinviando i problemi”.

21:23 le aperture al dialogo col Pd, il rapporto con la stampa: questi sono i problemi alla base dei presunti tradimenti nel M5S.

21:21 Nicola Porro annuncia un servizio sui tradimenti avvenuti all’interno del Movimento Cinque Stelle.

21:19 ci si concentra sul significato della parola “tradimento” con Giorgio Albertazzi.

21:17 dopo aver annunciato gli ospiti, via alla sigla.

21:16 i 16 pidiellini che lasceranno Silvio Berlusconi per appoggiare il governo Letta sono responsabili o traditori? Questa è una delle domande a cui si tenterà di rispondere.

21:13 inizia l’anteprima della trasmissione. Nicola Porro annuncia gli argomenti della trasmissione.

Virus – Il contagio delle idee in diretta: Anticipazioni e Live su Polisblog

Questa sera, alle ore 21:10 su Rai 2, andrà in onda una nuova puntata di Virus – Il contagio delle idee, il programma di approfondimento politico condotto dal giornalista Nicola Porro.

La puntata di questa sera sarà, ovviamente, incentrata sulla decadenza da senatore di Silvio Berlusconi a seguito della condanna definitiva al Processo Mediaset. Il governo Letta è ovviamente in bilico: il Partito Democratico e Il Popolo della Libertà riusciranno ad evitare lo scontro nella Giunta per le elezioni al Senato?

Nicola Porro, con i suoi ospiti in studio, si interrogherà circa una nuova possibile maggioranza e su quello che potrebbe fare il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Infine, si parlerà anche delle conseguenze di questa crisi di governo, per la quale pagheranno soprattutto le famiglie e le imprese.

Quali saranno i nuovi possibili scenari? Ci sarà la resa dei conti nei partiti? Si tornerà al voto?

A queste e ad altre domande, proveranno a rispondere la senatrice de Il Popolo della Libertà Anna Maria Bernini, il deputato del Partito Democratico Matteo Richetti, gli editorialisti de Il Giornale e de Il Corriere della Sera, Vittorio Feltri e Gianantonio Stella, e il direttore del sito de Il Fatto Quotidiano, Peter Gomez.

La puntata di questa sera terminerà con un’intervista di Nicola Porro a Ennio Doris, fondatore di Mediolanum.

Polisblog seguirà in diretta la puntata di questa sera, riportando in tempo reale tutte le dichiarazioni e gli avvenimenti degni di nota.

Appuntamento alle ore 21:10.