6 NAZIONI 2009 – Le azzurre cedono all’Irlanda, ma la lezione è troppo pesante

Non basta il sostegno degli oltre tremila spettatori presenti sugli spalti del “Natali” di Colleferro per traghettare le azzurre di Ermolli e Gratanelli verso la prima vittoria del 2009 nel Sei Nazioni femminile. Zangirolami e compagne riescono a tenere in scacco l’Irlanda – reduce dall’inatteso successo sulla Francia di sabato scorso – per sessanta minuti,

Non basta il sostegno degli oltre tremila spettatori presenti sugli spalti del "Natali" di Colleferro per traghettare le azzurre di Ermolli e Gratanelli verso la prima vittoria del 2009 nel Sei Nazioni femminile.
Zangirolami e compagne riescono a tenere in scacco l'Irlanda – reduce dall'inatteso successo sulla Francia di sabato scorso – per sessanta minuti, portandosi in vantaggio in due occasioni, ma nell'ultimo quarto di gara sono le ospiti in maglia verde a salire in cattedra, aggiudicandosi il match con un 17-35 troppo pesante per l'Italdonne visto questo pomeriggio in provicincia di Roma.

Equilibrato il primo tempo, con le irlandesi che sbloccano il risultato al diciottesimo con un piazzato dell'apertura Briggs, migliore in campo e, nella ripresa, determinante per lo score finale. Al piazzato del numero dieci in verde risponde, alla mezzora, la tallonatrice Este, alla prima marcatura internazionale dopo l'esordio di Londra. Le Azzurre tengono il campo, l'estremo Furlan ribatte colpo su colpo al gioco tattico al piede delle avversarie che, però, vanno al riposo in vantaggio grazie ad un piazzato allo scadere di Briggs.
In avvio di ripresa, l'Italia vive il suo momento migliore: al quarto minuto il pilone Elisa Cucchiella penetra palla in mano nella difesa ospite e tocca in meta il nuovo vantaggio azzurro, trasformato da Veronica Schiavon, oggi schierata mediano di mischia. L'Irlanda ribatte con la solita Briggs, 12-11, ed al quarto d'ora torna in vantaggio con una meta del pilone Cochlan, rapida a ripartire da un raggruppamento all'interno dei ventidue metri italiani sorprendendo la retroguardia azzurra. Sotto per 12-18, le Azzurre continuano a tenere il campo, l'Irlanda fatica ed al sedicesimo il centro Brosnan viene allontanato per dieci minuti per ostruzione. Per Zangirolami e compagne è l'occasione per tornare subito in gara ed è proprio il capitano dell'Italia a mettere a segno la terza meta di giornata dopo una bella iniziativa personale di Cucchiella. Da posizione agevole, però, Veronica Schiavon fallisce la trasformazione del possibile vantaggio: 17-18 per l'Irlanda.
La gara delle Azzurre, però, finisce qui: ancora in superiorità numerica, la squadra di Ermolli e Granatelli esaurisce le energie e la meta del mediano di mischia Rosser, al ventunesimo, segna un punto di svolta nell'incontro. A chiudere il match, cinque minuti dopo, è il numero dieci Briggs che buca la difesa e schiaccia in mezzo ai pali, trasformando poi il 17-30. A pochi minuti dalla fine, con l'Italia in quattordici per un fallo di reazione di Peron, l'ala irlandese Davitt fissa il punteggio sul 17-35 finale.
"Sessanta ottimi minuti ed un finale da dimenticare. Ma chiedere di più alle ragazze era difficile, resta la soddisfazione per aver tenuto il campo per tre quarti di gara" è il commento, a fine gara, del responsabile tecnico Giampiero Granatelli. "In ogni caso, credo che la squadra abbia giocato un buon rugby per buona parte del match, e indicazioni positive sono arrivate dalle ragazze più giovani, alle loro prime esperienze internazionali: segnali importanti anche in vista della prossima partita contro la Scozia di sabato 28 a Edinburgo".
Cristina Tonna, manager delle Azzurre, ringrazia il comitato organizzatore del match: "Il Presidente del Comitato Corrado Mattoccia e tutti i suoi collaboratori sono stati eccezionali, abbiamo giocato davanti ad uno splendido pubblico, peccato non essere riusciti a ripagare con una vittoria. Ma Colleferro ha risposto nel migliore dei modi e, per il movimento femminile, rimane comunque una giornata da ricordare".

Colleferro, Stadio Natali – sabato 14 febbraio 2009
RBS 6 Nazioni Femminile 2009, II giornata
ITALIA – IRLANDA 17-35 (5-8)
Italia: Furlan; Schiavon Va., Zangirolami (cap), Bado G., Barattin (37' st. Veronese); Peron, Schiavon Ve.; Gaudino, Campanella (37' st. Costa), Molic; Barbini, Pettinelli; Stefan, Este, Cucchiella
Irlanda: O'Sullivan; Feighery, Cantwell, Brosnan, Davis (30' st. Davitt); Briggs, Rosser; Neville (cap), Ryan, Austin; Brennan, Mahon (33' st. O'Loughlin); Bourke, Nolan (31' st. Lambert), Coghlan
Arbitro: Lavin (Francia)
Marcatori: p.t. 18' cp. Briggs (0-3); 31' m. Este (5-3); 39' m. Davis (5-8); s.t. 4' m. Cucchiella tr. Schiavon Ve. (12-8); 8' cp. Briggs (12-11); 14' m. Coghlan tr. Briggs (12-18); 18' m. Zangirolami (17-18); 21' m. Rosser (17-23); 26' m. Briggs tr. Briggs (17-30); 36' m. Davitt (17-35)
Note: 3500 spettatori circa, 16' st. giallo Brosnan; 26' st. giallo Peron