Decadenza Berlusconi, M5s in Giunta: “Applicheremo la legge”

I senatori del M5s su Facebook prima dell’inizio dei lavori in Giunta elezioni e immunità di Palazzo Madama: “Applicheremo la legge”. Senza liveblogging

Sono in quattro e sono determinati ad applicare la legge Severino: Mario Giarrusso, Vito Crimi, Maurizio Buccarella, Serenella Fucksia sono i senatori pentastellati membri della Giunta che deciderà (o meglio indirizzerà) il destino politico di Silvio Berlusconi.

Con un messaggio postato sulla pagina Facebook del Senato a Cinque stelle i senatori si dicono fermi e determinati ad applicare le regole:

“Non siamo qui per processare la legge che prevede la decadenza e l’incandidabilità dei condannati, ma per applicarla. Vi terremo informati.”

Il tema, che non riguarda tanto l’applicazione della legge Severino (che è già legge) quanto sulla sua applicazione retroattiva (chiave di lettura anche del ricorso presentato a Strasburgo dagli avvocati del Cavaliere), è entrato nel vivo e il Movimento 5 Stelle si è dichiarato ufficialmente determinato ad applicare la norma, quindi a dichiarare decaduto il senatore Silvio Berlusconi in virtù della sua precedente incandidabilità per via dei procedimenti penali in corso (tramutati in condanna in via definitiva in Cassazione).

Vito Crimi ha aggiunto, prima di entrare in Giunta, che non effettuerà il liveblogging dei lavori:

“Inizia la giunta per le elezioni. Oggi non farò il live blogging della giunta al fine di non fornire alcun pretesto a coloro che potrebbero usare tale scusa per perder tempo con sterili e inutili polemiche. Al termine della giunta saremo in diretta streaming a raccontare i dettagli.”

Contariamente al 7 agosto avremo notizia solo a termine della riunione, che potete seguire in diretta su Polisblog.

Michele Giarrusso, poco prima di entrare in Giunta, ha definito un “gesto disperato” il ricorso alla Corte di Strasburgo:

“Il ricorso alla Corte europea dei Diritti dell’Uomo da parte di Berlusconi è davvero un gesto disperato. È un ricorso inammissibile, che non ha alcun senso. Ascolteremo la relazione di Augello ma se non ci saranno ulteriori novità rispetto a quanto sostenuto in precedenza, mi sembra che la situazione sia piuttosto chiara. La legge Severino parla chiaro ed è nostra intenzione rispettarla.”

Foto | SenatoCinqueStelle

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →