Scuola, abolito il bonus maturità

Il governo cancella il bonus che premia i voti di maturità più alti per l’ingresso all’università

di guido

Aggiornamento: il ministro Carrozza spiega via Twitter che il bonus maturità andava abolito con un decreto legge.

Ha ballato per una sola estate (o forse neanche quella) il bonus maturità. Il contestato strumento che prevedeva un “premio” per i voti di maturità più alti nella valutazione dei test di ingresso universitari è stato abolito dal Consiglio dei ministri di oggi, incentrato sui temi della scuola. Lo ha annunciato lo stesso ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza.

Già negli scorsi giorni il ministro aveva annunciato la volontà di rivedere il sistema di punteggi per il passaggio dalle superiori all’università, e aveva espresso riserve sul contestato bonus, ma comunque l’abolizione immediata è arrivata un po’ a sorpresa, soprattutto perché è entrata in vigore subito e non, come si pensava, a partire dal 2014. Già nei test di ingresso alle facoltà a numero chiuso in corso in questi giorni non si terrà dunque conto del voto conseguito all’esame di Stato.

Il bonus maturità, che era stato introdotto da poco, era stato ideato nel 2007 dall’allora ministro Fioroni ma doveva entrare in vigore quest’anno. L’ex ministro Profumo lo aveva ripescato e fatto entrare in vigore ad aprile con un decreto ministeriale, uno degli ultimi atti del governo Monti. Il provvedimento era stato contestato nella forma – perché mancava un mese e mezzo alla fine dell’anno scolastico – e nella sostanza. Si trattava di un bonus variabile, da 4 a 10 punti, basato sul voto della maturità da “spendere” nei test d’ammissione alle facoltà a numero chiuso.

L’abbiamo guardato da tutte le parti, ho insediato una commissione tecnica apposta, abbiamo capito che è difficile introdurre un premio che garantisca giustizia. Sono giunta alla conclusione che sia impossibile. Abbiamo provato a cambiare il bonus a giugno, a renderlo più equo, adesso è l’ora di fermarci

ha dichiarato il ministro Carrozza, spiegando che una commissione ministeriale troverà il modo più efficace per premiare gli studenti meritevoli delle superiori.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →