M5S, i 12 deputati scendono dal tetto di Montecitorio: la Camera chiederà un risarcimento

Dodici deputati protestano per le riforme

di guido

18.35 – I 12 deputati, come promesso, sono scesi dal tetto, ma la loro bravata non è stata affatto vista di buon occhio alla Camera, che nel pomeriggio di oggi ha diffuso un comunicato in cui spiega che saranno presi dei provvedimenti e ci saranno delle sanzioni:

Di fronte alla nuova affermazione del Vicepresidente Luigi Di Maio circa la insussistenza di oneri derivanti dalla iniziativa dei deputati del Movimento 5 Stelle, i Questori della Camera, Stefano Dambruoso, Paolo Fontanelli e Gregorio Fontana, sottolineano che i costi della manifestazione, iniziata nel tardo pomeriggio di ieri, ci sono e comportano oneri economici legati alle attività tecniche, di sicurezza ed al presidio di pronto soccorso predisposte per l’occasione.
A questi si aggiungono i vistosi riflessi organizzativi connessi alle maggiori prestazioni orarie che avranno conseguenze sull’attività amministrativa.
I costi saranno a breve compiutamente contabilizzati.
Quando l’Ufficio di Presidenza discuterà il tema delle eventuali sanzioni nei confronti dei responsabili della manifestazione i Questori chiederanno che venga aggiunto anche il risarcimento dei costi sostenuti dall’Amministrazione della Camera.

16.00 – Hanno trascorso la notte lì, sul tetto di Montecitorio, come avevano programmato, ma stamattina i 12 deputati del MoVimento 5 Stelle – Castelli, Sibilia, Di Battista, Villarosa, Di Stefano, Nesci, Battelli, Gallinella, Edera, Spadoni, Artini e D’Ambrosio – hanno deciso di scendere e hanno annunciato che dalle 16.30 di oggi avrebbero preso parte a una manifestazione organizzata in tempi rapidi e che, secondo gli ultimi aggiornamenti del MoVimento durerà almeno fino alle 22 di stasera.

Poco fa i 12 deputati hanno tolto lo striscione “La Costituzione è di tutti” che da ieri pomeriggio campeggiava sul tetto di Montecitorio, mentre la piazza sottostante si sta riempiendo di attivisti pronti a protestare in massa.

MoVimento 5 Stelle occupa per protesta il tetto della Camera per i #CostitutionDays

6 settembre 2013

21:00 Laura Boldrini non ha preso bene l’occupazione del tetto di Montecitorio da parte dei 5 stelle. Oltre all’incolumità dei 12, la presidente è preoccupata anche dai costi “che tutto cio’ comporta perché, naturalmente, se decidono di stare lassù ad oltranza, dovete immaginare alla presenza di una ventina di assistenti, un cospicuo numero di vigili del fuoco, infermieri, medici e ambulanze sono stati allertati, oltre ai presidi tecnici”

20:10 Arriva dal blog di Grillo la benedizione all’iniziativa dei dodici deputati M5S e viene lanciata l’iniziativa dei Costitution Days: da oggi a domenica, in tutta Italia, banchetti del MoVimento spiegheranno ai cittadini il motivo dell’opposizione alla modifica dell’articolo 138 della Costituzione per le riforme istituzionali.

Intanto, altre foto dalla cima di Montecitorio

20:00 L’iniziativa dei dodici grillini (alcuni dei quali stanno raccontando la loro protesta via Twitter e Facebook) ha avuto dei risvolti anche in aula a Montecitorio. Rappresentanti del Pd e del Pdl hanno chiesto alla presidente Laura Boldrini di interrompere l’occupazione, e la Boldrini ha convocato l’ufficio di presidenza. Il questore della Camera, Gregorio Fontana, è salito sul tetto per avvisare i dodici deputati che rischiano provvedimenti disciplinari.

19:45 Prosegue l’occupazione sul tetto di Montecitorio, seguita in diretta anche da La Cosa, la webtv del M5S.

18:45 Commessi di Montecitorio stanno cercando di far scendere i dodici deputati M5S dal tetto.

18:20 Dodici deputati del M5S hanno occupato il tetto della Camera per manifestare il proprio dissenso al ddl sulle riforme costituzionali. I dodici hanno esposto uno striscione di 6 metri per 8 facendolo calare sulla facciata dell’edificio con la scritta: “La Costituzione è di tutti”.

I dodici deputati sono Castelli, Sibilia, Di Battista, Villarosa, Di Stefano, Nesci, Battelli, Gallinella,
Spadoni, Artini, D’Ambrosio. Hanno portato con loro dei trolley per poter rimanere ad oltranza “fino a quando sarà necessario”. Via Twitter l’annuncio e la foto dell’occupazione.

in aggiornamento
M5S occupa il tetto di Montecitorio

M5S occupa il tetto di Montecitorio

M5S occupa il tetto di Montecitorio
M5S occupa il tetto di Montecitorio
M5S occupa il tetto di Montecitorio