Di nuovo Far West, questa volta a Napoli: un morto

A un solo giorno dalla tragica rapina avvenuta in provincia di Catania devo ragguagliarvi sull’ennesima sparatoria che si è conclusa nel peggiore dei modi, secondo una meccanica ormai consueta che spinge a porsi interrogativi di difficile soluzione. La vittima-carnefice questa volta è un agente di polizia penitenziaria, lo scenario quello di Giugliano, alle porte di

di elvezio

A un solo giorno dalla tragica rapina avvenuta in provincia di Catania devo ragguagliarvi sull’ennesima sparatoria che si è conclusa nel peggiore dei modi, secondo una meccanica ormai consueta che spinge a porsi interrogativi di difficile soluzione. La vittima-carnefice questa volta è un agente di polizia penitenziaria, lo scenario quello di Giugliano, alle porte di Napoli.

I malviventi, in tre, attuano la cosiddetta procedura del “filo di banca”: un complice dentro l’istituto di credito segnala a due complici appostati fuori in motorino le persone che hanno prelevato somme di un certo interesse, i due poi procedono a seguire la vittima fino a quando non spunta l’opportunità del furto. In questo caso i due, pregiudicati di 30 e 44 anni, hanno seguito fin sotto casa l’agente in borghese che aveva prelevato tremila euro, l’hanno minacciato con una pistola giocattolo, l’hanno picchiato e quindi sono scappati con la somma. L’agente ha reagito rialzandosi e sparando ai due in fuga. Il criminale che sedeva sul sellino posteriore è morto sul colpo e il proiettile, trapassandolo, ha ferito anche il complice.

Se riusciamo per un momento a dimenticare la naturale rabbia che è lecito provare di fronte a questi continui atti criminali, sorgono parecchie domande che come al solito giro a voi lettori, non tanto in cerca di difficili soluzioni definitive quanto per amore della discussione pacata: i due si sono conosciuti in carcere e hanno colpito quando sono usciti grazie all’indulto. A cosa può servire un modello di prigione che invece di correggere e riabilitare affina le tecniche dei criminali? E quali sono stati i risultati pratici di questo indulto? E ancora, sparare alla schiena di un malvivente in fuga può essere considerato legittima difesa?

Fonte: Libertà on Line