Telefonata del Papa a un giovane gay, il Vaticano smentisce

Un giovane studente francese ha raccontato di aver ricevuto una telefonata dal Papa. Ma per il Vaticano non è vero

di guido

Sulle telefonate di Papa Francesco nelle ultime settimane è fiorita una vasta letteratura, alimentata dal fatto che il pontefice sembra davvero avere l’hobby di alzare il telefono e chiamare chi in qualche modo ha cercato di contattarlo: si è cominciato con gli amici che compivano il compleanno e si è continuata con la donna argentina vittima di stupro e con una ragazza madre. Ora però cominciano ad arrivare le smentite: ieri è stata la volta della telefonata-fantasma al dittatore siriano Assad, oggi invece tocca a una presunta conversazione tra il Papa e un giovane omosessuale francese.

La notizia, ripresa con risalto da Le Figaro, era stata data dal sito LaDepeche.fr, che aveva raccolto la testimonianza del sedicente protagonista della telefonata, il giovane Christopher Trutino, uno studente di Tolosa cattolico praticante e omosessuale. Secondo la versione del giovane, lui aveva scritto a luglio una lettera al Santo Padre per raccontargli le difficoltà nella sua condizione di gay. E giovedì 29 agosto, alle 2 del pomeriggio, è squillato il telefono di Christopher e all’altro capo del telefono c’era il Papa.

Il giovane ha raccontato per filo e per segno la conversazione, che si sarebbe svolta in spagnolo, e al giornalista che l’ha intervistato ha mostrato anche il numero del centralino del Vaticano sul display del suo telefono. La telefonata si sarebbe conclusa con l’affermazione da parte del pontefice “La tua omosessualità non è una cosa tanto grave. Bisogna rimanere coraggiosi, continuare a credere, a pregare, e a stare bene”.

In un primo momento da parte della sala stampa vaticana non era arrivata una risposta netta, padre Federico Lombardi non aveva confermato né smentito dichiarando che queste telefonate rientrano nella sfera privata del Santo Padre e che per questo non sarebbero state date risposte. Ma padre Lombardi è tornato presto sui propri passi e in mattinata è arrivata la smentita ufficiale del Vaticano:

Papa Francesco non ha telefonato a nessun giovane in Francia. L’unica telefonata del Papa in Francia è stata quella al cardinale Barbarin. C’è sempre il rischio che qualcuno chiami facendosi passare per il Papa.

È stato comunicato dalla Sala Stampa. E in effetti, a meno che il giovane non abbia inventato tutto in cerca di pubblicità, l’ipotesi di qualche burlone che approfitta della passione del Papa per le telefonate estemporanee non è del tutto da escludere.