Il rapper Moreno “rinnega” la Festa del Pd: «Non c’entro niente con il partito»

Il rapper uscito da Amici non vuole essere accostato al Partito Democratico

di guido

Un tempo per un artista la partecipazione alla Festa dell’Unità era motivo di vanto, sul palco della storica kermesse del Pci e dei suoi epigoni si alternavano artisti di fama ben lieti di partecipare all’evento. Che i tempi siano cambiati lo dimostra oggi il caso del rapper Moreno Donadoni, in arte solo Moreno, che dopo aver vinto l’edizione 2013 di Amici di Maria De Filippi è stato invitato al concerto conclusivo della Festa Pd a Genova. Se nelle scorse settimane qualcuno aveva storto il naso di fronte a questa scelta, oggi è lo stesso rapper a scatenare la polemica prendendo le distanze dalla kermesse.

Fa un po’ ridere che si dica che io suono alla Festa del Pd. Il mio concerto e la Festa democratica sono due cose diverse: la festa dell’Unità è alla Foce, il mio concerto è al Porto antico. Sono entrambi a Genova, ma in due zone distinte, ci vogliono due autobus per andare da una all’altra.

Ha dichiarato Moreno in un’intervista a Repubblica, prendendo a pretesto il fatto che il suo concerto e la Festa democratica sono in due location diverse. Già, peccato che sia stato il Pd a invitarlo e a organizzare l’esibizione. Ma quello che importa al rapper è sottolineare che in nessun modo questa partecipazione va a significare una sua vicinanza al Pd.

Sono a casa, finalmente faccio la data a casa mia e non ho bisogno di essere appoggiato da un partito, qualunque sia. Non mi sento sotto nessun cappello, posso ringraziare ma una data a Genova l’avrei fatta comunque, sono convinto che la gente aspettasse da tempo il mio concerto, non c’è bisogno di altro. […]alla festa dell’Unità c’è sempre la musica, e quest’anno magari si saranno accorti che c’è il rap, di questo ne posso essere solo contento.

Insomma, una presa di distanze bella e buona, che non poteva che scatenare le reazioni su Twitter. Anche se, a dire il vero, gli internauti se la prendono più con il Pd per averlo invitato che con il rapper.

E anche il candidato alla segreteria Gianni Cuperlo ironizza.

Ma in realtà già nei giorni scorsi la scelta di invitare Moreno a chiudere la Festa democratica aveva suscitato ironie, come quella di Aldo Grasso sul Corriere della Sera. Un po’ perché il pezzo più famoso di Moreno si intitola “Che confusione”, che sembrava molto indicato per descrivere il Pd, un po’ perché effettivamente non si vedeva bene l’attinenza tra la creatura di Amici e il partito. A meno di non ricordare l’apparizione di Matteo Renzi con il giubbotto di Fonzie da Maria De Filippi.