6 NAZIONI 2009 – Conosciamo le cinque avversarie: l’Inghilterra

Martin Johnson siede sulla panchina più bollente del 6 Nazioni. Dopo un clamoroso mondiale, culminato con il secondo posto, la nazionale inglese ha avuto un tracollo continuo, nonostante il cambio in panchina, che è terminato con un pessimo tour autunnale. I dubbi sulla forza di questa squadra si sommano ai tanti, troppi, infortuni che hanno

Martin Johnson siede sulla panchina più bollente del 6 Nazioni. Dopo un clamoroso mondiale, culminato con il secondo posto, la nazionale inglese ha avuto un tracollo continuo, nonostante il cambio in panchina, che è terminato con un pessimo tour autunnale. I dubbi sulla forza di questa squadra si sommano ai tanti, troppi, infortuni che hanno colpito i giocatori più forti della squadra. Certo, i nomi ci sono e fanno paura, ma l'amalgama sembra non trovarsi.

Capitano della formazione è Steve Borthwick, buon giocatore, ottima seconda linea, ma non un leader carismatico come lo erano i capitani inglesi degli ultimi anni. Sicuramente il giocatore più carismatico della squadra è il pilone Vickery, già capitano in passato, vera anima di una nazionale che ha perso per strada giocatori come Dallaglio e Wilkinson. Per il resto, come già detto, si tratta di una squadra piena di nomi altisonanti, di grandi campioni, cui, però, sembra mancare quel quid caratteriale da trasformare una buona squadra in un team vincente.
Una stella, nel puro senso del termine, non c'è. Anche il talentuoso e sregolato Danny Cipriani è stato fatto fuori in questo inizio di 6 Nazioni e non farà parte del team nei primi match del torneo. Guardando ai giovani, da tenere sotto controllo l'estremo Delon Armitage, giocatore che ha entusiasmato nelle ultime uscite con la maglia della rosa e che sta trascinando i suoi London Irish verso i playoff della Guinness Premiership.

I convocati:
Avanti: Steve Borthwick, George Chuter, Tom Croft, Nick Easter, Dylan Hartley, James Haskell, Nick Kennedy, Lee Mears, Steffon Armitage, Luke Narraway, Tom Palmer, Tim Payne, Tom Rees, Simon Shaw, Andrew Sheridan, Julian White, Phil Vickery.
Trequarti: Delon Armitage, Danny Care, Mark Cueto, Harry Ellis, Toby Flood, Ben Foden, Riki Flutey, Shane Geraghty, Andy Goode, Ugo Monye, Olly Morgan, Jamie Noon, Paul Sackey, Mathew Tait, Mike Tindall.