Molto crimine al cinema questo venerdì

Da sempre il crimine, nelle sue varie accezioni e declinazioni, è uno dei soggetti preferiti del cinema e non passa quasi settimana senza che le sale italiane ci offrano uno o più titoli legati al filo conduttore di questo blog. Questa settimana in particolare il crimine è il tema principale dei film in uscita in

di elvezio

Da sempre il crimine, nelle sue varie accezioni e declinazioni, è uno dei soggetti preferiti del cinema e non passa quasi settimana senza che le sale italiane ci offrano uno o più titoli legati al filo conduttore di questo blog. Questa settimana in particolare il crimine è il tema principale dei film in uscita in quanto riesce a far capolino in tutte le quattro pellicole che verranno distribuite a partire da venerdì.

Ma se in John Rambo e Un uomo qualunque il discorso rimane marginale, negli altri due lungometraggi esso emerge con piena potenza. Ritroviamo infatti un grande cineasta come Tim Burton che in Sweeney Todd, pur muovendo dal tema della vendetta, mette comunque in scena la sinistra figura di un serial killer capace di far veri e propri miracoli con il suo rasoio e che saprà uccidere senza pietà alcuna chi, a suo modo di vedere, merita tale destino. Un interessante approfondimento sulle origini letterarie di questa vicenda ci viene offerto dalla lettura del primo capitolo del romanzo, in esclusiva su BooksBlog.

L’altro polo capace di attirare le nostre attenzioni è senza dubbio il capolavoro dei fratelli Coen, Non è un paese per vecchi. Anche in questo caso non mancano abbondanti spargimenti di sangue e affondiamo le mani in una nutrita gamma di crimini, spesso violenti, a partire dall’inizio della vicenda che si apre con il ritrovamento di due milioni di dollari sul luogo di un regolamento di conti. Un film che comincia con un massacro non può certo concludersi con una carezza e verrete folgorati da un Javier Bardem in stato di grazia che veste i panni di un apatico dispensatore di morte. Preparatevi quindi a un week end da passare in sala, immersi in un “sano” mondo di crimini di fantasia.

Fonte: CineBlog.it