Garlasco, nuova perizia smonta la difesa: cadono gli alibi di Alberto Stasi

Dopo colpi di scena veri o presunti, sorprese, rivelazioni, dichiarazioni è stata individuata l’ora X. Quella della morte di Chiara Poggi. Un ulteriore indizio che conferma quanto da sempre sostenuto dalla Procura di Vigevano che per l’assassinio, avvenuto il 13 agosto del 2007 nella villetta in ci viveva con i genitori a Garlasco, ha rinviato

Dopo colpi di scena veri o presunti, sorprese, rivelazioni, dichiarazioni è stata individuata l'ora X. Quella della morte di Chiara Poggi. Un ulteriore indizio che conferma quanto da sempre sostenuto dalla Procura di Vigevano che per l'assassinio, avvenuto il 13 agosto del 2007 nella villetta in ci viveva con i genitori a Garlasco, ha rinviato a ha chiesto il rinvio a giudizio per Alberto Stasi, unico e solo indagato.

La morte di Chiara, spiega la nuova perizia deposita in Procura, dal medico legale Marco Ballardini: "E' da collocarsi in un intervallo di tempo compreso fra le ore 10,30 e le ore 12 del 13 agosto 2007, con maggior "centratura" intorno alle ore 11-11,30".

Un particolare importante, da non sottovalutare.

Il motivo? Smonta le motivazioni che avevano portato la difesa di Stasi a dichiarare "l'epoca della morte fra le ore 9 e le ore 10". 

Crollerebbero quindi gli alibi di Alberto, che al contrario si è sempre dichiarato innocente.

Scrive il Corriere che dai tabulati telefonici risulta che alle 9,50 della mattina dell'omicidio il giovane ha ricevuto sul telefono di casa una chiamata della madre. Poche chiacchiere, di pochi minuti. Questo basta, per la difesa, a provare l'innocenza di Alberto.

Di tutt'altro avviso la difesa. Secondo cui, la conclusione della difesa, si baserebbe su "presupposti non corretti". Dal raffreddamento del cadavere al peso della vittima.

Infine, una certezza, scientifica, sempre da Corriere: "Il fatto che al momento dei rilievi del 118» il corpo di Chiara non fosse già rigido suggerisce con una certa autorevolezza la proposizione seguente: alle 14,11 del 13 agosto non erano trascorse più di 2-4 ore (media 3) dal momento della morte".

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia