6 Nazioni 2009 – Continuano gli esperimenti di Mallett: Bergamasco in mediana!

Le notizie che giungono in queste ora dal ritiro azzurro hanno aperto il dibattito tra appassionati e tifosi. Di fronte alle emergenze infortuni che hanno colpito la squadra italiana (ultimo il pilone Aguero, affetto da sofferenza meniscale), Nick Mallett sembra intenzionato a continuare con gli esperimenti che lo hanno reso famoso in questo primo anno

Le notizie che giungono in queste ora dal ritiro azzurro hanno aperto il dibattito tra appassionati e tifosi. Di fronte alle emergenze infortuni che hanno colpito la squadra italiana (ultimo il pilone Aguero, affetto da sofferenza meniscale), Nick Mallett sembra intenzionato a continuare con gli esperimenti che lo hanno reso famoso in questo primo anno "italiano". Le assenze di Picone e Travagli, l'infortunio di Canavosio e la poca fiducia nel giovane Toniolatti sembrano aprire le porte della maglia numero 9 a Mauro Bergamasco. Ecco, secondo me, i pro e i contro di questa scelta.

“Canavosio, anche se per pochi giorni è out, poi ci sono Picone e Travagli infortunati – dice il tecnico sudafricano – adesso voglio provare Mauro in quel ruolo. Il numero 9, oggi come oggi, è una terza linea aggiunta. Guardate Blair della Scozia o Phillips del Galles. Con le nuove regole, poi, occorre disporre di mediani capaci di difendere, avendo dalla propria anche fisici importanti”. Scartato Toniolatti, di cui Mallett dice che “deve ancora lavorare. È migliorato tantissimo rispetto a novembre ed è sulla la strada buona ma non vedo molta differenza tra lui e Mauro Bergamasco”, rimane, appunto, il flanker azzurro.
Ma sarebbe un azzardo totale o, forse, Mallett non è così pazzo? Ecco un po' di pensieri in libertà del sottoscritto.

1. Il mediano di mischia, a livello internazionale, necessità di un'esperienza importante. Che a Mauro, in quel ruolo, manca completamente.

2. La capacità tattica al piede di Bergamasco è praticamente nulla, quindi con lui a numero 9 perderemmo un'opzione importante nelle mischie a nostro favore, favorendo il posizionamento della difesa avversaria.

3. Il mediano di mischia deve avere sangue freddo e capacità decisionale immediata. Mauro è, per questo, troppo "focoso" e poco abituato a giocare in un ruolo di regia.

4. E' l'ennesimo giocatore posizionato fuori ruolo nella gestione Mallett. Questo potrebbe creare confusione e malumore in chi si trova costretto a giocare non potendo dare il meglio del proprio repertorio. Anche se dubito che Mauro accetti di giocare mediano se non ne è convinto lui per primo.

5. Si portano giovani in azzurro, ma poi non si dà loro fiducia.

Però…

6. Il mediano di mischia dev'essere, per antonomasia, un po' "bastardo". Mauro ha quella grinta e cattiveria giusta per ricoprire il ruolo. Diciamo che ricorda caratterialmente i buoni Troncon o Stringer.

7. Come dice Mallett, il mediano di mischia è oggi una terza linea aggiunta. Quindi l'esperienza di Bergamasco sarebbe fondamentale in questa posizione.

8. Bergamasco flanker chiude la porta della nazionale a un giovane campioncino come Simone Favaro. Spostando Mauro al 9 si libererebbe un posto per uno dei giocatori più forti e costanti di questa stagione.

9. Le alternative, attualmente, sarebbero Patelli (su cui punterei io) e Griffen (che garentirebbe esperienza e piede). Due giocatori su cui, chiaramente, Mallett non ripone grande fiducia. Far entrare nel gruppo un giocatore che sa di non avere la stima del tecnico potrebbe essere un errore ancor più grave di quello di sperimentare.

10. Riprendendo il punto 8, si noti come, volendo cercare soluzioni "interne", quello del flanker è uno dei pochi ruoli dove abbiamo alternative a Bergamasco. Altre scelte, come Mirco Bergamasco, penalizzerebbero troppo le opzioni di Mallett in altri ruoli.

11. L'altra alternativa paventata, Giulio Rubini, è un rischio eccessivo. Giovane, inesperto, ricopre regolarmente il ruolo di estremo o di apertura. Trasformarlo in mediano di mischia sarebbe un esperimento alla stregua di quello di Mauro, con la differenza che avremmo in regia un ragazzo completamente inesperto in ambito internazionale.

12. Non è detto che Mallett lo schieri titolare. Potrebbe schierarlo flanker, con Favaro in panchina, e in caso di necessità spostarlo di ruolo, liberando così un posto nei 22, non dovendo convocare due mediani di mischia. O, in caso di problemi fisici per Canavosio, avendo comunque un sostituto pronto per Toniolatti.

Insomma, tanti pro e tanti contro. Io constato la scelta di Mallett e mi adeguo. Voi che ne pensate?