Napoli: tentano di rubarle lo smartphone, lei reagisce e viene presa a pugni

Brutta avventura per una 24enne, la prognosi è di 30 giorni.

Ha reagito al tentativo di rapina dello smartphone che aveva tra le mani, per tutta risposta i malviventi che stavano cercando di scipparla l’hanno presa a pugni e a colpi di casco al volto. È accaduto a Napoli, la vittima è una ragazza di 24 anni che era in giro con i genitori.

Per la giovane a causa delle percosse ricevute si è reso necessario il ricovero in ospedale. Dopo averla medicata il personale sanitario le ha assegnato una trentina di giorni di prognosi.

L’episodio è accaduto venerdì sera in piazza Garibaldi a Napoli, nella zona della stazione centrale. Secondo le indagini avviate dalla polizia, la ragazza stava camminando nei pressi di largo piazza Nolana quando è stata affiancata da due persone a bordo di uno scooter, con il volto coperto da caschi.

Uno dei due ha ordinato alla ragazza di consegnargli lo smartphone ma lei non ne aveva nessuna voglia di farlo così uno dei malviventi le ha sferrato un pugno al volto e un colpo con il casco.

Dopo aver arraffato il cellulare i rapinatori sono fuggiti facendo perdere le loro tracce. I genitori hanno subito soccorso la figlia accompagnandola al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco dove è stata ricoverata nel reparto di chirurgia di urgenza con un trauma cranico e una profonda lesione all’arcata sopraccigliare
e fratture alla regione orbitale.

Indaga la polizia avvertita un paio d’ore dopo il fatto. Ora gli investigatori sperano di poter esaminare eventuali immagini riprese dalla telecamere di video sorveglianza.