Afragola (Napoli): euro falsi, scoperta stamperia clandestina

Nella zecca clandestina venivano prodotti biglietti da 50 e 100 euro falsi, il valore totale delle banconote sequestrate è di 100.000 euro.

Euro falsi ancora nel mirino delle forze dell’ordine. Una stamperia clandestina di soldi è stata smantellata oggi ad Afragola, in provincia di Napoli, dalla Squadra Mobile della polizia che ha eseguito 13 arresti denunciando al contempo 17 persone.

I falsi euro venivano prodotti e smerciati secondo le indagini in tutta Italia e anche all’estero, infatti le indagini sono scattate dopo la segnalazione di alcuni commercianti di Vercelli.

La banda, composta da cittadini di nazionalità italiana, marocchina, francese, romena e giordana, fabbricava nella zecca clandestina pezzi da 50 e 100 euro, per un valore totale delle banconote sequestrate che è di 100mila euro.

Solo tre giorni fa, a conclusione di un’inchiesta relativa la periodo 2012-2013, i carabinieri hanno sgominato una rete di falsari professionisti, il cosiddetto Napoli Group (nel video in alto) che ha inondato non solo l’Italia ma l’intera l’Europa e altre parti mondo di banconote di euro e monete false.

Secondo le indagini coordinate dalla procura partenopea il 90 per cento dell’intero traffico mondiale di euro falsi arriva proprio da Napoli. Dalle intercettazioni telefoniche sono venute fuori anche le parole in codice usate per indicare i falsi biglietti e le false monete: ”cosariello”, “ambasciata”, “scarpe”, “pavimenti”, “cartoline” e “gnocchi” (monete).

L’organizzazione inoltre non falsificava solo euro, ma anche altre valute, tra cui il dollaro Usa, Gratta e vinci e marche da bollo. I falsari avevano persino coniato a un taglio, inesistente, da 300 euro, banconota poi rifilata a un cittadino tedesco.