Challenge Cup – Grande Italia, il sogno continua

I primi due giorni di questo weekend europeo regalano sorrisi e sogni per i colori italiani. Se Rovigo perde con onore a Dax, vincono alla grande Parma e Padova, e mantengono vivo il sogno di un posto nei quarti di finale della Challenge Cup. Parma passeggia sugli spagnoli di El Salvador (dopo un primo tempo

I primi due giorni di questo weekend europeo regalano sorrisi e sogni per i colori italiani. Se Rovigo perde con onore a Dax, vincono alla grande Parma e Padova, e mantengono vivo il sogno di un posto nei quarti di finale della Challenge Cup. Parma passeggia sugli spagnoli di El Salvador (dopo un primo tempo tirato), mentre Padova supera in extremis Bourgoin e aumenta il rammarico per la sconfitta subita con Bucarest.
Foto Gianni Nava

“Sono molto contento della prova offerta dai miei ragazzi. Siamo stati in partita sino alla fine del match ed abbiamo costantemente messo sotto pressione l’ottima formazione francese” il commento a caldo del coach del FemiCZ Rovigo, Massimo Brunello, dopo che la sua squadra ha ceduto 22-20 in casa del Dax. Partita senza importanza per la classifica, ma che vede un Rovigo pieno di seconde linee affrontare i francesi in formazione tipo. Nonostante ciò le mete di Calanchini e Aretusini illudono i veneti, che devono però cedere nel finale e accontentarsi del punto di bonus.
Ben diverso il discorso in casa Overmach Parma. La netta vittoria (29-0), con bonus, ottenuta in casa contro gli spagnoli di El Salvador rilancia le chances emiliane di accedere ai quarti di finale del torneo, nonostante la praticabilità del campo fosse al limite, come si può vedere dalla foto qui in alto. Cinque mete per i ducali con Emerick, Cinalli, Fontana e due volte Tejeda mandano Parma a sedici punti, secondi dietro a Brive, che batte Newcastle e va a 19. E settimana prossima servirà una prestazione più che maiuscola, quando la squadra di Cavinato andrà a Brive cercando una vittoria che significherebbe secondo posto e quarti sicuri.
Infine, vittoria sudata e che lascia l'amaro in bocca per il Petrarca Padova. Il 25-24 con cui i veneti hanno la meglio del Bourgoin significa secondo posto e la speranza, seppur minima, di poter lottare ancora per un posto tra le migliori otto squadre del torneo. Una speranza che sarebbe potuta essere certezza se Mercier e compagni non avessero buttato via la partita di dicembre contro i Bucaresti Oaks, che avrebbe significato tre o quattro punti in più in classifica e un passo ai quarti di finale. Per Padova, che rimonta dall'iniziale 0-14, arrivano le mete di Padrò, due volte, e di Galatro, cui si aggiunge il solito piede magico di Mercier che al 68' trasforma la meta del numero sette padovano e conclude il sorpasso ai danni dei francesi.
Oggi scende in campo Viadana, nella sfida impossibile in casa dei Saracens. Anche se per i mantovani la sfida decisiva sarà quella di settimana prossima, con Bayonne. Una vittoria significherebbe quarti quasi sicuri.

Risultati e classifica delle italiane

Dax-Rovigo 22-20
London Irish 20, Connacht 14, Rovigo 5, Dax 4

Overmach Parma-El Salvador 29-0
Brive 19, Parma 16, Newcastle 14, El Salvador 0

Padova-Bourgoin 25-24
Worcester 19, Padova 13, Bourgoin 10, Bucarest 5

I Video di Blogo