Basket | Europei Slovenia 2013: le pagelle di Italia-Croazia

Datome è l’anima della squadra azzurra, mentre Belinelli gioca un buon primo tempo e poi va molto male nella ripresa. Discreti Cinciarini e Diener.

Le pagelle di Italia-Croazia, gara valida per la seconda giornata del Girone F della seconda fase di Eurobasket 2013, vinta per 76-68 dai croati:

Aradori 5.5 – Chiude in doppia cifra, discreto primo tempo, ma nella ripresa sbaglia un paio di canestri fondamentali.

Gentile 5 – Giornata decisamente no per l’azzurro, non trova il canestro e va un paio di volte a sbattere contro la difesa avversaria

Rosselli sv – In campo meno di due minuti

Melli 5.5 – Lotta sotto i tabelloni e difende discretamente nel primo tempo, ma inevitabilmente è troppo piccolo e non riesce a trovare il canestro (1/8 dal campo), anche se in un’occasione c’è un evidente fallo non fischiato su una sua schiacciata.

Belinelli 5.5 – Inizia con una penetrazione e attacca con decisione il canestro, giocando anche un buon primo tempo difensivo, poi inizia a sbagliare anche i tiri aperti e si intestardisce, perdendo alcuni palloni caldi. Segna tutti i suoi 9 punti nel primo tempo.

Diener 6.5 – La difesa non è il suo forte e lo sappiamo, ma questa volta è molto caldo in attacco. Peccato per i problemi di falli, che lo lasciano in campo solo 18 minuti.

Cusin 5.5 – Si batte, trova anche una grande stoppata, sarebbe sufficiente, ma pesano tantissimo i due errori nel finale, con la schiacciata sbagliata ed il fallo in attacco.

Datome 7.5 – Decisamente l’uomo azzurro del match, non solo per i 24 punti, ma anche per aver guidato l’Italia nell’ultimo disperato tentativo di rimonta.

Cinciarini 6.5 – Unico a segnare in avvio di ripresa, anche se non sempre riesce a guidare al meglio la squadra.

Vitali, Poeta e Magro sv – Non giocano

LE INTERVISTE AD ARADORI E BELINELLI POST ITALIA-CROAZIA