Perugia, delitto Mez: inizia il processo a porte aperte per Amanda e Raffaele

E’ iniziato oggi il Processo di Perugia. Sul banco degli imputati l’americana Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Il terzo protagonista della vicenda, Rudy Guende, lo scorso 28 ottobre è stato condannato a trentanni di carcere con il rito abbreviato. L’accusa per i due, che nell’udienza preliminare si sono dichiarati innocenti, è di omicidio, violenza sessuale,

raffaelesollecito-16gen09.jpg

E' iniziato oggi il Processo di Perugia. Sul banco degli imputati l'americana Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Il terzo protagonista della vicenda, Rudy Guende, lo scorso 28 ottobre è stato condannato a trentanni di carcere con il rito abbreviato.

L'accusa per i due, che nell'udienza preliminare si sono dichiarati innocenti, è di omicidio, violenza sessuale, simulazione di reato, furto. In oltra Amanda verrà processata anche per avere calunniato il congolese Patrick Lumumba

Seduti a pochi metri di distanza l'uno dall'altro, nell'Aula degli Affreschi del palazzo di Giustizia di Perugia, Amanda e Raffaele sono apparsi tranquilli.

Il processo sarà a porte aperte: giornalisti (140 giornalisti accreditati di circa 80 tra quotidiani, agenzie di stampa e televisioni di tutto il mondo) e pubblico potranno assistere.

Telecamere e foto non saranno invece ammesse. Per lo meno al momento. Il giudice infatti deciderà di volta in volta, l'autorizzazione per le riprese audio-video in aula. La richiesta di celebrare il processo a porte chiuse era stata avanzata dal legale dei familiari di Mez.

Oggi si deciderà su eventuali eccezzioni della difesa e sulle ammissioni dei test. Le testimonianze sono più di 200. Tra queste quella di un ricercatore 35enne che avrebbe vitsto i tre insieme a Meredith, prima dell'omicidio nella villetta di via della Pergola.

Inizia quindi la resa dei conti.

I Video di Blogo