Torre Annunziata: arrestato il latitante Valentino Gionta

Valentino Gionta si nascondeva in un appartamento del rione Provolera a Torre Annunziata. Il video dell’ultimo covo del boss.

È stato arrestato Valentino Gionta, latitante ritenuto attuale reggente dell’omonimo clan di camorra di Torre Annunziata (Napoli).

L’uomo è il nipote dell’omonimo storico boss dello stesso clan. Gionta è stato catturato questa mattina in un’operazione dei carabinieri scattata alle prime luci del giorno.

Valentino Gionta era latitante dallo scorso mese di giugno, l’uomo era ricercato per associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione e armi.

I carabinieri hanno spiegato che quando hanno fatto irruzione nell’appartamento ultimo covo di Gionta, nel rione Provolera di Torre Annunziata, il boss era nascosto in una botola-nascondiglio ricavata nelle pareti dell’abitazione.

L’uomo vistosi circondato dai militari si è arreso senza fare resistenza. Il Mattino ricorda che il padre di Valentino Gionta jr, Aldo, detto “il boss poeta”, dal carcere inviava al ragazzo pizzini:

“Impara a sparare con il kalashnikov, poi ti dirò io cosa fare”

Tutto questo quando il figlio non aveva ancora fatto 18 anni.

Valentino jr e il padre il 5 giugno scorso erano sfuggiti al blitz che aveva portato agli arresti di 10 presunti affiliati al clan, Aldo è stato poi catturato ad agosto in Sicilia mentre stava per imbarcarsi per Malta.

La Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli (DDA) gli fece recapitare un’ordinanza di custodia cautelare per associazione mafiosa, la stessa accusa con cui è stato arrestato oggi il figlio.

(in aggiornamento)

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →