Coppa Davis 2013: Repubblica Ceca in finale, il Canada vince il doppio con la Serbia | I risultati di sabato 14 settembre

La Repubblica Ceca è la prima finalista della Coppa Davis. Il Canada vince il doppio e inguaia la Serbia. Ecco i risultati di sabato 14 settembre

E’ la Repubblica Ceca la prima finalista dell’edizione 2013 della Coppa Davis. Come da pronostico, l’affidabile doppio Berdych-Stepanek ha sconfitto la coppia argentina formata da Berlocq-Zeballos in tre set. Per i campioni in carica, in vantaggio 3-0, è il punto decisivo per la seconda finale consecutiva, la terza negli ultimi cinque anni. Partita controllata dai cechi che hanno dovuto faticare solo nel secondo set vinto 6-4. 6-3; 6-2, il risultato degli altri due parziali. In Davis il duo ceco ha perso solo in un’occasione, nella finale del 2009, contro gli iberici Verdasco-Feliciano Lopez.

Va al Canada la battaglia di Belgrado. Nestor e Pospisil piegano dopo quattro ore Bozoljac e Zimonjic che non ripetono l’impresa dello scorso aprile contro i fratelli Bryan. I canadesi hanno vinto 10-8 al quinto (stesso punteggio del successo di Raonic contro Tipsarevic) con break decisivo sull’8-8, rimontando alla grande lo svantaggio di 2 set a 1. Ottima la prestazione di Pospisil, solidissimo al servizio e a rete al cospetto di un Nestor non al meglio. Ora i serbi sono costretti agli straordinari. Aprono domani Djokovic e Raonic. A seguire Tipsarevic contro Pospisil, in quello che, sulla carta, potrebbe essere il match decisivo per decretare chi sfiderà la Repubblica Ceca in finale

Coppa Davis 2013: semifinali, i risultati dei doppi | Sabato 14 settembre

Serbia – Canada: 1-2 (Belgrado, terra indoor)

Nestor / Pospisil (CAN) b. Zimonic-Bozoljac (SRB): 6-7; 6-4; 3-6; 7-6; 10-8

Repubblica Ceca – Argentina: 3-0 (O2 Arena Praga, veloce indoor)

Stepanek / Berdych (CZE) b. Zeballos / Berlocq (ARG): 6-3; 6-4; 6-2

Coppa Davis 2013: il programma di sabato 14 settembre

Come da tradizione, il sabato di Coppa Davis è dedicato alle sfide di doppio. A Praga, la Repubblica Ceca, in vantaggio 2-0, può chiudere la pratica con l’Argentina. Match delicatissimo a Belgrado dove Serbia e Canada sono sull’1-1.

I cechi si affidano alla collaudatissima coppia Berdych-Stepanek, vittoriosi, entrambi, ieri in singolare. In particolare il successo dell’eterno Radek (applauditissimo dalla fidazata Petra Kvitova) su un Juan Monaco in disarmo ha, di fatto, reso più facile il compito ai campioni in carica che, con Berdych, sul veloce indoor possono contare su due vittorie assicurate specie se l’Argentina è priva del suo miglior rappresentante, Juan Martin Del Potro non convocato per scelta personale. Il capitano albiceleste, Martin Jaite, deve scegliere chi schierare tra Monaco, Berlocq, Zeballos e Leonardo Mayer e scioglierà le riserve solo in extremis.

Più incerto e delicato il doppio di Belgrado. Ieri, in tarda serata, Milos Raonic vincendo al quinto 10-8 la battaglia contro Tipsarevic ha complicato e non poco i piani dei padroni di casa che erano passati in vantaggio grazie al facile successo di Djokovic su Pospisil. Lo stesso Nole, a fine partita, ha dichiarato di essere disposto a disputare anche il doppio. Credo comunque che capitan Obradovic, privo di Troicki squalificato per doping, si affidi di nuovo alla coppia Zimonjic-Bozoljac, vittoriosa, a sorpresa, lo scorso aprile, contro i gemelli Bryan nel quarto di finale disputato sul veloce a Boise, in Texas. Già fatta la coppia canadese con Pospisil che affiancherà lo specialista Daniel Nestor. I due hanno sconfitto i nostri Fognini-Bracciali a Vancouver. Per il Canada vittoria obbligata, visto che negli ultimi due singolari, in programma domani, Djokovic e Tipsarevic partono, sulla carta, con i favori del pronostico su Raonic e lo stesso Pospisil.

Ultime notizie su Coppa Davis

Tutto su Coppa Davis →