Giappone, arrestata la “vedova nera”. Avrebbe ucciso sei uomini

Chisako Kakehi, questo il nome della donna, è stata arrestata nei giorni scorsi con l’accusa di aver ucciso nel 2013 il suo quarto marito. La presunta serial killer avrebbe ucciso 4 mariti e 2 amanti.

I media nipponici l’hanno ribattezzata la vedova nera: si tratta della 67enne giapponese sospettata d’aver ucciso fino a sei uomini, quattro dei quali erano suoi mariti, per ottenere le loro proprietà e il loro denaro in eredità.

La donna, secondo la stampa nipponica, era ancora alla caccia di un “anziano senza legami con proprietà” e possibilmente già “malato” mentre con del cianuro uccideva il quarto marito. Chisako Kakehi, questo il nome della donna ex dipendente di banca, nei giorni scorsi è finita in manette con l’accusa di aver ucciso l’ultimo uomo che aveva sposato, di 75 anni.

Secondo gli inquirenti la presunta serial killer, in dieci anni ha racimolato un miliardo di yen (8,5 milioni di dollari) sotto diverse forme dopo la morte di quattro mariti e almeno due altri partner indicati dagli investigatori come suoi amanti.

Uno dei quotidiani giapponesi più venduti, l’Asahi shimbun, scrive che la Kakehi negli ultimi venti anni avrebbe avuto relazioni con oltre dieci uomini, sei dei quali sono appunto deceduti. La donna cercava le presunte vittime attraverso le agenzie matrimoniali, concentrandosi su uomini anziani ricchi, con proprietà, terreni e senza figli che si impicciassero.

Con le centinaia di milioni di yen ereditati in proprietà immobiliari, depositi in banca e assicurazioni, la donna avrebbe però fatto tutta una serie di investimenti sbagliati sui mercati finanziari, tanto che alla morte dell’ultimo marito, l’anno scorso, la vedova nera era rimasta con debiti per 10 milioni di yen. La polizia ieri durante la perquisizione nella sua casa di Kyoto ha trovato tracce di cianuro nella spazzatura.

© Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

Ultime notizie su Serial Killer

Tutto su Serial Killer →