Messina, accoltellano il capotreno dopo essere stati beccati senza biglietto

La vittima è ricoverata in ospedale in prognosi riservata.

di andreas

Quella delle violenze a bordo dei mezzi pubblici e dei treni sta diventando una sorta di piaga nazionale: negli ultimi mesi si sono verificate decine di aggressioni ad autisti, controllori o anche “semplici” comportamenti incivili a bordo di tram & co. (tanto che in molti comuni si sono stanziati fondi per portare le guardia giurate a bordo). Ultimo caso in ordine di tempo, e particolarmente grave, è quello avvenuto a Messina.

Beccati sul treno partito da Messina con destinazione Milazzo senza biglietto, due viaggiatori – invece di consegnare i documenti e vedersi fare la multa – hanno deciso di aggredire il controllore e accoltellarlo. I due sono poi riusciti a scappare e sono attualmente ricercati.

Le forze dell’ordine hanno ricostruito quanto avvenuto. Il fatto si è verificato in prossimità della stazione di Spadafora, il controllore ha chiesto il biglietto a due uomini, forse di origine straniera, ed è stato prima insultato e poi aggredito dai due, armati di coltello. Dopo averlo ferito a una spalla, approfittando del fatto che il treno si fosse fermato alla stazione, sono scesi e sono riusciti a scappare.

Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri della stazione di Milazzo, mentre il 41enne controllore, di cui sono note solo le iniziali R.C., è ricoverato in ospedale con prognosi riservata, ma non è in pericolo.